Derinoe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amazzone uccisa, marmo, Mosca, Museo Puškin

Nella mitologia greca, Derinoe è una delle Amazzoni che combatterono nella guerra di Troia insieme alla regina Pentesilea come alleate dei Troiani. È citata nel Posthomerica, tardivo poema di Quinto Smirneo.

Il mito[modifica | modifica wikitesto]

Compagna d'armi di Pentesilea, giunse a Troia, richiamata da Priamo, dopo la morte di Ettore. Quinto Smirneo la ricorda come una delle dodici Amazzoni che scortarono la regina in Frigia; è descritta inoltre come una fanciulla nobile e prode, simile per aspetto ad una dea.[1]

Tra le compagne, Derinoe fu una di quelle che più si distinsero in battaglia, uccidendo con la sua lancia Laogono. Cadde per mano di Aiace d'Oileo, che la trafisse con la spada in un punto compreso tra la spalla e la gola.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quinto Smirneo, Posthomerica, libro I, verso 42.
  2. ^ Quinto Smirneo, Posthomerica, libro I, versi 258 ss.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Quinto Smirneo, Posthomerica, libro I.
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca