Cunegonda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Cunegonda (disambigua).

Cunegonda è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dal nome germanico Chunigunda, formato dalle radici chun (o kuni, kunja, "stirpe", "clan", "famiglia", ma anche "audace", "coraggioso") e gund (o gunth, "guerra", "battaglia", "combattimento")[2][3][4][5][6]. Entrambi gli elementi sono frequenti nell'onomastica germanica: il primo si ritrova anche in Kuno, Corrado e Cuniberto, il secondo in Günther, Gontrano, Consalvo, Aldegonda e Ildegonda.

In Italia il nome gode di poca fortuna, anche a causa della sua solennità e pesantezza, sopravvivendo (quasi solo al femminile) in alcune zone del Veneto e dell'Emilia-Romagna, principalmente grazie al culto di santa Cunegonda, imperatrice di Germania[2][3].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si festeggia il 3 marzo in ricordo di santa Cunegonda, imperatrice di Germania come moglie di Enrico II[4][10][11]. Con questo nome si ricordano anche santa Kinga o Cunegonda, regina e patrona della Polonia, festeggiata il 24 luglio[10][11], e santa Cunegonda, una delle leggendarie compagne di sant'Orsola, martire a Rapperswil[12].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Cunegonda, imperatrice di Germania

Variante Kinga[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Accademia della Crusca, p. 623.
  2. ^ a b c d La Stella T., p. 101.
  3. ^ a b c d e f De Felice, pp. 126-127.
  4. ^ a b c d Albaigès i Olivart, p. 81.
  5. ^ a b c d e f (EN) Kunigunde, su Behind the Name. URL consultato il 9 giugno 2017.
  6. ^ a b c Sheard, p. 332.
  7. ^ a b c d e f g Förstemann, coll. 314, 555.
  8. ^ a b c (EN) Kinga, su Behind the Name. URL consultato il 9 giugno 2017.
  9. ^ Sheard, p. 330.
  10. ^ a b Sante di nome Cunegonda, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 9 giugno 2017.
  11. ^ a b (EN) Name - Cunegundes, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 9 giugno 2017.
  12. ^ (EN) Saint Cunigunde of Rapperswil, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 9 giugno 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi