Cruelty-free

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cruelty-free, nel movimento per i diritti degli animali è un termine spesso usato per etichettare prodotti o attività che indicano che non danneggia gli animali.[1] Questi prodotti sono prodotti che non sono stati testati su animali o ottenuti da organi di animali. I test sugli animali sono crudeli per i sostenitori dei diritti degli animali e questi test sono spesso dolorosi e causano la sofferenza e la morte di milioni di animali ogni anno.[2][3][4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Santa Clara University, Of Cures and Creatures Great and Small, su scu.edu. URL consultato il 23 aprile 2021.
  2. ^ (EN) Search for Cruelty-Free Companies, Products, and More | PETA, su Beauty Without Bunnies. URL consultato il 23 aprile 2021.
  3. ^ Go Cruelty Free, su web.archive.org, 6 giugno 2007. URL consultato il 23 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2007).
  4. ^ (EN) WATCH: Ricky Shows His Soft Side, su HuffPost UK, 15 marzo 2012. URL consultato il 23 aprile 2021.
  5. ^ Marc Bekoff e Carron A. Meaney, Encyclopedia of animal rights and animal welfare, Westport, Conn. : Greenwood Press, 1998, ISBN 978-0-313-29977-3. URL consultato il 23 aprile 2021.