Copyzero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il simbolo di Copyzero

Copyzero è un progetto promosso dal Movimento Costozero, un’associazione senza scopo di lucro che si batte per la gratuità del diritto alla comunicazione. Lo scopo di Copyzero è quello di tutelare il diritto d'autore (copyright), l’open content e soprattutto il permesso d’autore (copyleft) a costo zero; un’idea interamente italiana, che nasce a Milano per poi diffondersi rapidamente in tutto il Web.

Copyzero è un meccanismo di tutela delle opere dell'ingegno che opera attraverso l'utilizzo della firma elettronica qualificata e della marca temporale. Quest’ultima in particolare permette di ottenere la prova della creazione di una determinata opera e quindi di poter stabilire un ordine cronologico con le altre e può essere fatta valere in giudizio fino a 20 anni[1] dalla data della sua emissione. La firma elettronica invece individua l'autore dell'opera e ne tutela i diritti patrimoniali e morali. È inoltre economicamente conveniente in quanto la certificazione presso SIAE risulta decisamente più costosa.

Come funziona[modifica | modifica sorgente]

Il procedimento è molto semplice. L’autore deve convertire la propria opera in formato digitale, inserire i dati di copyright, l’eventuale licenza e infine apporre la firma elettronica e la marca temporale (disponibile al costo di 0,36 euro) utilizzando una smart card, il relativo lettore (acquistabile presso un qualunque rivenditore di materiale informatico) e uno specifico software. La smart card può essere ritirata presso l’Ente Certificatore il quale rilascia un certificato digitale in grado di specificare i propri dati, l’identità del titolare della smart card e il periodo di validità del certificato. A questo punto il titolare entra a far parte di un elenco pubblico di certificati consultabile online.

Copyzero Online[modifica | modifica sorgente]

Il procedimento per Copyzero Online è ancora più rapido. L’opera, dopo essere stata convertita in formato digitale, viene compressa in un archivio protetto da password e inviata direttamente a copyzero.org, insieme a un modulo compilato e un documento di identificazione. Una volta ottenuta la marca temporale da copyzero.org, l’autore potrà scaricarla dalla rete.

Licenza Copyzero X[modifica | modifica sorgente]

La Licenza Copyzero X è uno strumento molto semplice grazie al quale qualsiasi utente può, tra le migliaia disponibili, scegliere la licenza che più fa al caso suo consentendo agli altri di copiare, distribuire, modificare la propria opera o meno. Inoltre, la Licenza Copyzero X permette di:

  1. precisare il digest SHA-1 specifico dell'opera in modo da poter dimostrare l'associazione scritto-licenza corrispondente;
  2. licenziare i diritti connessi (se l'autore dell'opera non è anche titolare dei diritti connessi e una licenza non prende in considerazione anche questi, sia chi mette a disposizione l'opera sia chi ne fruisce commette un illecito);
  3. certificare che il licenziante non è iscritto ad organismi di intermediazione, italiani o esteri.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, 30 marzo 2009, art. 15, comma 7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]