Cheratocongiuntivite limbica superiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Cheratocongiuntivite limbica superiore
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM xxx.yy

La Cheratocongiuntivite limbica superiore è una malattia della superficie oculare caratterizzata da episodi ricorrenti di infiammazione della cornea superiore e del limbo, come della congiuntiva tarsale superiore e bulbare.

Patogenesi[modifica | modifica wikitesto]

Anche se la patogenesi rimane da chiarire, si pensa che un trauma meccanico della palpebra superiore possa condurre alla distruzione del normale epitelio. Questa ipotesi meccanica è supportata dall' aumento delle dimensioni delle palpebre nei pazienti con esoftalmo tiroideo, i quali hanno un'incidenza superiore di cheratocongiuntivite.

Segni e sintomi[modifica | modifica wikitesto]

I pazienti presentano arrossamento oculare, bruciore, lacerazioni, sensazione di corpo estraneo, modesta fotofobia. Sono rinvenute infiammazione ed ispessimento della congiuntiva, specialmente del limbo.

Trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Trattamento farmacologico[modifica | modifica wikitesto]

L'uso di colliri è un trattamento efficace per questa patologia

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina