Castrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castrone di tre anni

Con castrone[1][2] s'intende un cavallo maschio castrato.

I cavalli in Europa sono spesso castrati poiché molti credono che un cavallo intero (cioè non castrato) sia più difficile da controllare, molti allevatori tuttavia non sono d'accordo ma ritengono piuttosto che, a causa della rabbia interiore causata dalla castrazione, siano i castroni ad essere generalmente meno affidabili e più pericolosi e imprevedibili; essi credono che l'unica situazione che rende lo stallone poco gestibile sia la concomitante presenza di giumente in calore e altri stalloni[3].

È poco usato nelle competizioni perché, avendo poco testosterone, tende ad essere meno performante rispetto allo stallone, inoltre è meno conveniente da un punto di vista economico perché non essendo capace di procreare, non può dare profitto agli allevatori dopo le competizioni. Nello steeplechase è però spesso preferito perché meno incline alla distrazione rispetto allo stallone

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nicola Zingarelli, Vocabolario della lingua italiana, 11ª ed., Bologna, Zanichelli, 1988.
  2. ^ Il termine castrone può indicare, talvolta, anche un agnello castrato.
  3. ^ AIASE - IL CASTRONE, PURTROPPO UN CAVALLO DIVERSO 1/2 - YouTube

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4413917-2
mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi