Castello del Boccale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castello del Boccale
Castello del Boccale.JPG
Veduta del castello
Ubicazione
Stato Italia Italia
Regione Toscana
Località Livorno
Indirizzo Via del Littorale
Coordinate 43°28′33.48″N 10°19′47.37″E / 43.475967°N 10.329825°E43.475967; 10.329825Coordinate: 43°28′33.48″N 10°19′47.37″E / 43.475967°N 10.329825°E43.475967; 10.329825
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione XIX-XX secolo
Stile neomedievale
Uso civile abitazione

Il castello del Boccale è un grande maniero che si innalza a Livorno, a sud del quartiere di Antignano, lungo la strada costiera per Quercianella nel tratto di costa chiamato "Boccale" o "Cala dei Pirati".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nucleo originario del castello del Boccale è rappresentato da una torre d'avvistamento (nota anche come torre del Maroccone o del Diavolo),[1] costruita per volontà dei Medici nel XVI secolo, forse sui resti di una struttura preesistente realizzata dalla Repubblica di Pisa in epoca medioevale. Vi soggiornava il castellano e qualche soldato, ma le dimensioni erano modeste, tanto che non vi era spazio per l'artiglieria.

A cavallo tra XIX e XX secolo, la torre fu sensibilmente trasformata; fu inglobata in una residenza in stile neomedioevale, con tanto di merlature e divenne proprietà della marchesa Eleonora Ugolini.[2][3] Successivamente la dimora passò alla famiglia Whitaker-Ingham che, nei primi decenni del Novecento, eliminò le merlature, sostituendole con normali coperture a falda inclinata.[4]

Il castello, restaurato su progetto dell'architetto livornese Ivano Falchini dopo un lungo periodo di abbandono, è stato frazionato in diversi appartamenti residenziali, mentre nel parco è stata ricostruita una piccola torre ad uso magazzino.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il castello visto da sud
Particolare

Il castello del Boccale è situato nel primo tratto della scogliera de Il Romito, a breve distanza dalla torre di Calafuria e dal castello Sonnino.

Il complesso è costituito da un corpo a pianta rettangolare, contornato da tre piccole torri rotonde. Sul fronte più vicino al mare si eleva invece l'antica torre medicea, modificata nella posizione delle aperture finestrate e nella configurazione della copertura. Essa ha una pianta quadrata di circa 5,7 metri di lato e aveva un'altezza iniziale di 13 metri sul piano d'imposta delle fondazioni ed un muro a scarpa di 4,85 metri.

Il corpo principale del castello è caratterizzato da due ordini di grandi finestre inquadrate in cornici di pietra; inoltre, sotto la linea di gronda, corre una teoria di mensole sopra la quale, prima del restauro promosso dai Whitaker, si trovava la merlatura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. Pozzana (a cura di), Livorno, la costruzione di un'immagine. Paesaggi e giardini, Cinisello Balsamo 2002, p. 86.
  2. ^ Aldo Santini, Castel Boccale, la marsala e i siciliani Sulla scogliera del Romito le più belle torri di tutta la costa toscana, ricerca.gelocal.it. URL consultato l'11-10-2013.
  3. ^ Invece, la Guida-album di Livorno e dintorni, edita nel 1904, ne attesta la fondazione ad opera della famiglia Gower.
  4. ^ Provincia di Livorno, Arpat, Parco dei due castelli. Un'area protetta costiera. Atti del seminario, Livorno 19 aprile 2000, Livorno 2001, p. 145.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Finderle (a cura di), Il Sistema fortificato a difesa del territorio della Comunità di Livorno: il caso della Torre Conti ad Ardenza, Pisa 1999.
  • R. Manetti, Torri costiere del Litorale Toscano, Firenze 1991.
  • Provincia di Livorno, Arpat, Parco dei due castelli. Un'area protetta costiera. Atti del seminario, Livorno 19 aprile 2000, Livorno 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]