Castello del Boccale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castello del Boccale
Castello del Boccale.JPG
Veduta del castello
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàLivorno
IndirizzoVia del Littorale
Coordinate43°28′33.48″N 10°19′47.37″E / 43.475967°N 10.329825°E43.475967; 10.329825Coordinate: 43°28′33.48″N 10°19′47.37″E / 43.475967°N 10.329825°E43.475967; 10.329825
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXIX-XX secolo
Stileneomedievale
Usocivile abitazione

Il castello del Boccale è un grande maniero che si innalza a Livorno, a sud del quartiere di Antignano, lungo la strada costiera per Quercianella nel tratto di costa chiamato "Boccale" o "Cala dei Pirati".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nucleo originario del castello del Boccale è rappresentato da una torre d'avvistamento (nota anche come torre del Maroccone o del Diavolo),[1] costruita per volontà dei Medici nel XVI secolo, forse sui resti di una struttura preesistente realizzata dalla Repubblica di Pisa in epoca medioevale. Vi soggiornava il castellano e qualche soldato, ma le dimensioni erano modeste, tanto che non vi era spazio per l'artiglieria.

A cavallo tra XIX e XX secolo, la torre fu sensibilmente trasformata; fu inglobata in una residenza in stile neomedioevale, con tanto di merlature e divenne proprietà della marchesa Eleonora Ugolini.[2][3] Successivamente la dimora passò alla famiglia Whitaker-Ingham che, nei primi decenni del Novecento, eliminò le merlature, sostituendole con normali coperture a falda inclinata.[4]

Il castello, restaurato su progetto dell'architetto livornese Ivano Falchini dopo un lungo periodo di abbandono, è stato frazionato in diversi appartamenti residenziali, mentre nel parco è stata ricostruita una piccola torre ad uso magazzino.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il castello visto da sud
Particolare

Il castello del Boccale è situato nel primo tratto della scogliera de Il Romito, a breve distanza dalla torre di Calafuria e dal castello Sonnino.

Il complesso è costituito da un corpo a pianta rettangolare, contornato da tre piccole torri rotonde. Sul fronte più vicino al mare si eleva invece l'antica torre medicea, modificata nella posizione delle aperture finestrate e nella configurazione della copertura. Essa ha una pianta quadrata di circa 5,7 metri di lato e aveva un'altezza iniziale di 13 metri sul piano d'imposta delle fondazioni ed un muro a scarpa di 4,85 metri.

Il corpo principale del castello è caratterizzato da due ordini di grandi finestre inquadrate in cornici di pietra; inoltre, sotto la linea di gronda, corre una teoria di mensole sopra la quale, prima del restauro promosso dai Whitaker, si trovava la merlatura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. Pozzana (a cura di), Livorno, la costruzione di un'immagine. Paesaggi e giardini, Cinisello Balsamo 2002, p. 86.
  2. ^ Aldo Santini, Castel Boccale, la marsala e i siciliani Sulla scogliera del Romito le più belle torri di tutta la costa toscana, su ricerca.gelocal.it. URL consultato l'11-10-2013.
  3. ^ Invece, la Guida-album di Livorno e dintorni, edita nel 1904, ne attesta la fondazione ad opera della famiglia Gower.
  4. ^ Provincia di Livorno, Arpat, Parco dei due castelli. Un'area protetta costiera. Atti del seminario, Livorno 19 aprile 2000, Livorno 2001, p. 145.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • R. Finderle (a cura di), Il Sistema fortificato a difesa del territorio della Comunità di Livorno: il caso della Torre Conti ad Ardenza, Pisa 1999.
  • R. Manetti, Torri costiere del Litorale Toscano, Firenze 1991.
  • Provincia di Livorno, Arpat, Parco dei due castelli. Un'area protetta costiera. Atti del seminario, Livorno 19 aprile 2000, Livorno 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]