Cascate Khumbu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Cascata Khumbu)
Jump to navigation Jump to search
Seraccata del Khumbu
KhumbuIcefall.jpg
StatoNepal Nepal
RegionePurvāñcala
CatenaHimalaya
Coordinate27°59′45″N 86°52′22″E / 27.995833°N 86.872778°E27.995833; 86.872778Coordinate: 27°59′45″N 86°52′22″E / 27.995833°N 86.872778°E27.995833; 86.872778
Altri nomiKhumbu Icefalls
TipoSeraccata
Vallepiede della Western Cwm
Corso d'acqua alimentatoLobuche - Koshi River - Gange
Altitudine5 486 - 5 950[1] m s.l.m.
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Nepal
Seraccata del Khumbu
Seraccata del Khumbu
La Seraccata del Khumbu (Khumbu Icefalls) in relazione all'Everest.

La Seraccata del Khumbu è una cascata di ghiaccio che si sviluppa sul ghiacciaio Khumbu.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La seraccata si trova in Nepal, sul fianco del monte Everest non lontana dal campo base utilizzato per le scalate della montagna più alta del mondo ed a sud-est della sua vetta. Essa è considerata come una delle fasi più pericolose dell'ascensione alla vetta dell'Everest dal fianco sud[2].

Il ghiacciaio Khumbu, che forma la seraccata, si muove ad una velocità tale che grandi crepacci si aprono improvvisamente. Le torri di ghiaccio o seracchi che si trovano sulla cascata di ghiaccio sono noti per crollare improvvisamente. Enormi blocchi di ghiaccio rotolano lungo il ghiacciaio di volta in volta, ma variano nel formato da grandi quanto un'auto a blocchi di dimensioni gigantesche, grandi quanto una casa. Si stima che il ghiacciaio avanzi di 0,9 - 1,2 metri al giorno.

Alpinista nell'ultimo tratto della via di salita sulla seraccata.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Dal momento che le strutture sono in continua evoluzione, attraversarle è estremamente pericoloso. Anche usando corde e scale, spesso non si riesce ad evitare la perdita di vite umane. Molti alpinisti sono morti in questo settore, fra questi uno scalatore è stato investito da un blocco di ghiaccio alto quanto un palazzo di 12 piani. Crepacci esposti possono essere facili da evitare, ma crepacci coperti dalla neve richiedono l'attraversamento di pericolosi ponti di neve che possono cedere senza preavviso. Il problema riguarda soprattutto per gli sherpa, che passano decine e decine di volte per il Khumbu trasportando materiali.

Valanga del 2014[modifica | modifica wikitesto]

Circa alle 06:30 ora locale del 18 aprile 2014, 25 sherpa nepalesi sono stati travolti da una valanga sulla seraccata e 16 hanno perso la vita[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ quota del Campo 1
  2. ^ UNITEC Institute of Technology, Hillary Challenge, Ministry of Education, Wellington, New Zealand. URL consultato il 30 gennaio 2009.
  3. ^ Jon Krakauer, Death and Anger on Everest, in The New Yorker, 21 aprile 2014. URL consultato il 10 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]