Calcio (pedata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Calcio al volto sferrato durante un combattimento sportivo
Rappresentazione satirica di un calcio, sferrato da un cliente insoddisfatto al commesso di un ristorante (vignetta, 1914)

Un calcio è un colpo dato con una parte degli arti inferiori (piede, tibia, ginocchio o genericamente la gamba).

È un termine di uso comune adottato poi nell'ambito sportivo, in particolare nel combattimento corpo a corpo, nelle arti marziali e negli sport da combattimento.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nelle arti marziali si parla di "calcio" quando si colpisce con il piede o la tibia, mentre i colpi di ginocchio sono denominati diversamente (normalmente "ginocchiate"). Il calcio è usato nel combattimento soprattutto per attaccare, ma può essere usato anche come arma difensiva nei confronti di altri calci (come lo "stop kick" nel Wing Chun o nel Jeet Kune Do). Sferrare un calcio richiede maggior tempo rispetto al pugno, sebbene sia molto più dirompente e potente dei colpi con le mani, vista la muscolatura coinvolta, il peso dell'arto e il tipo di movimento.

I calci sono una parte fondamentale in molte arti marziali. Alcuni esempi sono: il wushu, il karate, la kickboxing, la savate, il kudo, il tangsudo o il taekwondo; altre arti, invece, non usano alcun tipo di calcio, come nel caso dello jūdō o del pugilato.

Altre arti marziali possono usare alcuni tipi di calci, sebbene limitati agli attacchi alle gambe e alle parti più basse (calcio basso, low kick) del corpo dell'avversario.

Esiste un gran numero di calci; molti hanno dei nomi specifici e spesso lo stesso movimento ha nomi diversi nelle diverse arti marziali. Questo è evidente soprattutto quando i paragoni sono fatti tra le arti marziali occidentali e le arti marziali orientali.

Comunque, prescindendo dai nomi specifici dati ai vari colpi secondo l'arte marziale o secondo la lingua del paese d'origine dell'arte stessa, i calci si possono classificare in diversi modi:

  • Secondo la direzione del calcio rispetto al proprio corpo: calci frontali, calci laterali, calci posteriori (tutti eseguibili a diverse altezze: calci bassi, medi ed alti, con traiettorie ascendenti, discendenti o dirette e parallele al suolo).
  • Secondo il tipo di movimento: calci lineari, calci circolari, calci con rotazione e calci volanti.
  • Secondo la modalità di esecuzione: calci frustati, calci spinti, calci con o senza "caricamento", a gamba flessa, semiflessa o dritta (estesa).

A questo si aggiunge che i calci possono essere eseguiti applicando diverse varianti, quali parti diverse che arrivano a contatto del bersaglio (palla del piede, dita, tallone inferiore o tallone posteriore, taglio o pianta del piede, collo del piede o tibia...) o particolari modalità del movimento di esecuzione (movimenti con intra-rotazione o extra-rotazione della gamba, con movimenti di allontanamento o di avvicinamento della gamba al proprio corpo, per calci circolari anche movimenti "dritti" o "rovesci", in senso orario od antiorario, "aprendo" o "chiudendo"...).

Dalla combinazione dei vari elementi si ottiene la grande varietà di calci esistenti nelle arti marziali

Tipi di calcio[modifica | modifica wikitesto]

Calcio circolare[modifica | modifica wikitesto]

Il calcio circolare è quello reso più famoso dai film di arti marziali. Viene eseguito muovendo la gamba con una traiettoria semicircolare o circolare e colpendo con la caviglia. Può anche essere eseguito al contrario, col tallone che colpisce. Di solito si mira al volto o al torso piuttosto che alle gambe. Il calcio circolare sviluppa una potenza notevole e se ben portato al volto può mettere K.O l'avversario in un colpo solo, ma se questi è abbastanza abile potrebbe colpire l'altra gamba, inoltre rimane il rischio di scivolare. Una variante di questa tecnica è il calcio frustato, più rapido e con una traiettoria meno marcata, dotato di minor potenza ma comunque utile se usato al momento giusto.

Calcio frontale[modifica | modifica wikitesto]

Il calcio frontale viene eseguito abbassando le spalle, portando un ginocchio verso l'alto e distendendo il piede; è più difficile colpire il volto e di solito l'utilizzatore mira allo stomaco, al petto o in casi estremi ai genitali. La funzione di questo calcio non è quella di danneggiare quanto quella di spingere via l'avversario.

Calcio laterale[modifica | modifica wikitesto]

Il calcio laterale viene eseguito alzando una gamba lateralmente cercando di colpire il mento come in un montante col piede. È molto difficile da eseguire. Presenta le stesse problematiche del calcio circolare.

Calcio basso[modifica | modifica wikitesto]

Con "calci bassi" si intende una categoria di colpi portati alle gambe. Si possono distinguere tre tipi:

  • il calcio circolare basso è quel che il nome suggerisce, ovvero un colpo semicircolare portato all'esterno della gamba;
  • il calcio interno è simile al calcio circolare basso ma viene portato all'interno della gamba con l'intento di sbilanciare l'avversario;
  • il calcio basso frontale o a spinta viene eseguito ruotando il ginocchio verso l'esterno e colpendo con la pianta del piede il ginocchio dell'avversario. Può servire sia per danneggiare sia per fermare l'avanzata dell'avversario, a scopo difensivo.

I calci bassi offrono maggiore stabilità rispetto a quelli alti e sono di più facile esecuzione.

Calcio posteriore[modifica | modifica wikitesto]

Il calcio posteriore viene eseguito "all'indietro", con la schiena che guarda l'avversario, alzando un ginocchio e distendendo la gamba.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport