Bonus (pallacanestro)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella pallacanestro, quando una squadra fa 4 falli di squadra[1] durante la frazione di gioco in corso, esaurisce il bonus. In questo caso, per ogni fallo personale commesso dalla squadra, a meno che il fallo non sia offensivo, l'arbitro assegnerà due tiri liberi alla squadra avversaria, indipendentemente da dove e quando è stato effettuato il fallo.

Tale regola avvantaggia la squadra che commette meno falli, quindi teoricamente quella dal gioco più corretto. Tuttavia nell'ultimo quarto si tende a esaurire il bonus se la partita è in equilibrio e si sta perdendo solo di pochi punti, in modo da poter fermare il cronometro e concedendo due tiri liberi, e nell'azione successiva tentare di riportare il punteggio in parità, magari con un tiro da tre punti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ per sapere quando un fallo fa parte dei falli di squadra, guardare regola sei del regolamento tecnico

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pallacanestro Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro