Bois de rose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine bois de rose (dal francese: legno di rosa) viene utilizzato per designare sia i vari legni profumati impiegati in profumeria, sia il legno di colore rosa o con venature rosa che viene usato nella produzione di mobili.

In profumeria[modifica | modifica wikitesto]

In profumeria, l'olio di bois de rose (talora indicato anche come "olio essenziale di palissandro") proviene da un albero della famiglia delle Lauraceae originario dell'Amazzonia e della Guyana francese: l'Aniba rosaeodora, che è una specie in via di estinzione[1]. Viene estratto principalmente da legno molto profumato, di colore giallo (da paglierino a ramato), ma un po' tutte le parti della pianta possono essere distillate. Questa specie era supersfruttata nella Guyana francese all'inizio del XX secolo. Una volta divenuta rara, la specie è ora protetta dalla IUCN.

In falegnameria[modifica | modifica wikitesto]

Nel commercio e nell'industria del legno il bois de rose indica comunemente alcune essenze del genere Dalbergia, principalmente la Dalbergia decipularis, la Dalbergia variabilis o Dalbergia frutescens, ampiamente utilizzate nel XVIII secolo per l'intarsio. Successivamente tale nome è stato attribuito anche alla Dalbergia maritima del Madagascar e alla Dalbergia sissoo (il palissandro Shisham) dell'India orientale.

I vari legnami presentano un odore più o meno marcato di rosa, che può perdurare anche dopo molti anni dalla lavorazione. Gli impieghi principali prevedono la produzione di mobili d'arte, piccoli oggetti di falegnameria fine, impiallacciature e lavori di ebanisteria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chapter 4 Rosewood Oil, in Flavours and fragrances of plant origin, Food and Agricultural Organization, 1995, ISBN 92-5-103648-9. URL consultato il 20 giugno 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]