Black Mask (periodico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Black Mask (rivista))
Black Mask
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Lingua inglese
Formato magazine
Fondazione 1920
Chiusura 1951
Editore Popular Publications
Sito web
 

Black Mask è stato un pulp magazine lanciato sul mercato statunitense nel 1920 dal giornalista H. L. Mencken e dal critico George Jean Nathan, allo scopo di supportare le pubblicazioni della prestigiosa rivista letteraria The Smart Set, anch'essa curata da Mencken e che si trovava in crisi.[1] Sotto la guida editoriale di Mencken e Nathan nella nuova rivista apparvero non solo racconti polizieschi, ma anche, come veniva pubblicizzato all'epoca "le migliori storie di avventura, i migliori mystery, le migliori storie romantiche e dell'occulto".

Negli anni Trenta e Quaranta su Black Mask apparvero grandi autori del genere hard-boiled e noir fra cui Dashiell Hammett, creatore di Sam Spade e di Continental Op, Raymond Chandler, Erle Stanley Gardner, Paul Cain, Frederick Nebel, Frederick C. Davis, e Raoul F. Whitfield. La rivista cessò le pubblicazioni nel 1951.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Black Mask Magazine, The History, blackmaskmagazine.com. URL consultato il 17 novembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura