Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Black Belt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hokuto no Ken
Hokuto no Ken SMS.jpg
Titolo originale 北斗の拳
Sviluppo SEGA
Pubblicazione SEGA
Data di pubblicazione 20 luglio 1986
Genere Picchiaduro
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Sega Master System
Fascia di età CERO=B
Periferiche di input Joystick

Black Belt, distribuito in Giappone come Hokuto no Ken (北斗の拳?), è un videogioco picchiaduro a scorrimento laterale, prodotto e distribuito dalla SEGA, e pubblicato per Sega Master System il 20 luglio 1986.

Si tratta del primo videogioco basato sulla serie Ken il guerriero pubblicato dalla SEGA, e nel 1989 ha avuto un sequel intitolato Last Battle. Nel videogioco il giocatore controlla il personaggio di Kenshiro, nella sua ricerca dell'amata Julia, rapita dal crudele Shin, viaggiando in un mondo post apocalittico, popolato da mutanti e vari nemici. La storyline del videogioco segue la narrazione del manga e non quella dell'anime, quest'ultimo molto popolare in Italia.

Black Belt ne è il porting occidentale con notevoli variazioni sugli sprite, sui fondali ed in generale su nomi ed ogni riferimento all'opera Ken il guerriero.

Livelli[modifica | modifica wikitesto]

Capitolo primo[modifica | modifica wikitesto]

Il primo capitolo riguarda il primo volume del manga dal titolo Il guerriero di Hokuto, corrispondente ai primi quattro episodi dell'anime. Qui il giocatore affronta i quattro fanti dell'esercito di Shin nell'ordine con il quale appaiono nella serie TV; il boss finale è Shin, e per sconfiggerlo l'ultimo colpo da sferrare è un pugno in piedi.

Capitolo secondo[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo capitolo riguarda il combattimento di Kenshiro contro l'Armata di Dio, ovvero il volume #2 Quando cade una stella. Qui il giocatore affronta in sequenza il Maggiore ed il Sergente Mad; il boss finale è il Colonnello Karmell, e per sconfiggerlo l'ultimo colpo da sferrare è un pugno in piedi.

Capitolo terzo[modifica | modifica wikitesto]

Il terzo capitolo riguarda il combattimento di Kenshiro contro i Guerrieri guidati dallo Sciacallo, corrispondente al terzo volume L'uomo di Nanto. Qui il giocatore affronta prima Fox e poi il boss finale, ovvero il Figlio del Diavolo, che va sconfitto colpendolo alla fine con un colpo in salto.

Capitolo quarto[modifica | modifica wikitesto]

Il quarto capitolo riguarda l'arrivo di Kenshiro a Cassandra, storia a cavallo tra i volumi 6 e 7 del manga. Qui il giocatore affronta in sequenza Wiggle e Zarqa e Qasim; il boss finale curiosamente è Toki, che una volta sconfitto ovviamente non verrà ucciso.

Capitolo quinto[modifica | modifica wikitesto]

Il quinto capitolo riguarda il combattimento di Kenshiro contro l'esercito di Souther, volume 11 del manga. In questo capitolo i semi-boss sono dei guerrieri armati di lanciafiamme; il boss finale è Souther.

Capitolo sesto[modifica | modifica wikitesto]

Il sesto capitolo riguarda la sfida finale tra Kenshiro e Raoul.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]