Bion (satellite)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un satellite Bion in esposizione.
Raffigurazione di artista di un satellite Bion in orbita.

Bion è una serie di satelliti artificiali sviluppati e costruiti in Unione Sovietica, progettati per lo studio degli effetti delle radiazioni sulle forme di vita. Complessivamente, ne furono lanciati undici, tra il 1966 ed il 1996.

Il programma[modifica | modifica sorgente]

I satelliti Bion furono costruiti dal TsSKB (che gli diede il nome interno di 12KS), con lo scopo di trasportare dei carichi sperimentali di tipo biologico (insetti, scimmie, topi, ecc). Il “carico di missione” era di responsabilità dell'Istituto per le Problematiche Mediche e Biologiche, e poteva raggiungere i 625 kg. Ulteriori 90 kg potevano essere trasportati grazie ai moduli esterni Nauka, che venivano lanciati insieme agli Zenit-2M.

Dal punto di vista tecnico, la struttura dei Bion era la stessa dei satelliti spia Zenit. La massa raggiungeva i 5.400 kg, con un'orbita di 226 per 228 km all'inclinazione di 82,3 gradi.

Complessivamente, ne furono lanciati dodici esemplari, in gran parte mediante missioni Cosmos.

I lanci furono tutti effettuati con vettori Sojuz presso il cosmodromo di Plesetsk.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica