Bastone da golf

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vari bastoni da golf in una sacca, tra cui dei ferri e un putter

Un bastone da golf è uno strumento usato nel golf per colpire la palla. Ogni bastone è composto da una canna (shaft) alla cui sommità è posta l'impugnatura (grip) e la cui parte finale è detta testa. I legni sono utilizzati per colpi lunghi dal fairway o dal tee; i ferri sono il genere di bastoni più versatili, utilizzati per molti tipi di colpi; i putter sono usati principalmente per far rotolare la palla sul green fino dentro la buca. Secondo le Regole del Golf, a un giocatore è consentito trasportare nella sacca un numero massimo di 14 bastoni.

Una delle differenze fondamentali tra i bastoni è il loft, ossia l'angolo tra la faccia del bastone e la verticale. È il loft che consente alla palla di alzarsi dal terreno e di percorrere una traiettoria più o meno tesa, dipendentemente appunto da tale inclinazione. Inoltre, al momento dell'impatto, il loft contribuisce al backspin, ossia la rotazione nel senso contrario al moto impressa dal bastone per dare precisione al momento dell'atterraggio, impedendo alla palla di rotolare lontano dal punto voluto. Ogni bastone è contrassegnato da un numero o da una o più lettere (es. PW, il pitching wedge): a un numero maggiore corrisponde un loft maggiore e quindi una minore distanza del colpo.

Tipi di bastoni[modifica | modifica sorgente]

Bastoni da golf in una sacca. Sullo sfondo, un giocatore usa un putter per imbucare la palla

Legni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Driver (golf).

I legni sono bastoni adatti a coprire lunghe distanze, con lo scopo di far volare la palla per grandi distanze dal fairway verso la buca. Normalmente hanno una testa massiccia e un lungo shaft per imprimere velocità maggiore alla palla. Anche se la maggior parte dei legni sono fatti di metallo, sono chiamati ancora così perché mantengono la forma classica. Essi infatti hanno uno shaft in grafite una testa in titanio o acciaio. Ci sono in genere tre o quattro legni in una sacca, usati per giocare il primo colpo dal tee e poi, nelle buche più lunghe, il secondo e a volte il terzo dal fairway. Lo shaft non è standard per ogni legno ma può variare in durezza, in accordo con le preferenze personali. Il legno più grosso, detto driver, è spesso caratterizzato da una testa di titanio, da uno shaft molto leggero e la sua testa non può superare i 460 cc di volume, come prescritto nelle Regole del Golf. Esso viene utilizzato quasi unicamente dal tee di partenza della buca, in quanto necessita di un tee alto a causa dell'ampia superficie della sua faccia.

Ferri[modifica | modifica sorgente]

I ferri sono bastoni da golf con una faccia molto inclinata (ampio loft) e uno shaft più corto rispetto a un legno, ideati per un'entrata in green precisa o per colpi da lie (posizione della palla) impegnativi, come dal rough, da una collina, da un bunker o per un colpo da far volare sopra un albero. Sono contrassegnati da un numero in scala: più alto è il numero, maggiore è il loft, e più alto e corto sarà il colpo. Alcuni ferri possono avere una cavità dietro la faccia, per consentire un diverso bilanciamento dei pesi. Come per i legni, esistono anche ferri particolari, detti wedge.

I wedge sono ferri con un loft maggiore del ferro 9, che ha tipicamente 42° di loft. Essi sono più corti e pesanti degli altri bastoni. E vengono usati in molti colpi corti, alti e di precisione; un utilizzo tipico è l'approccio al green o l'uscita dal bunker (detta anche explosion shot, o semplicemente explosion). Solitamente ci sono sei tipi di wedge, che comprendono loft fra i 45° e i 64°: pitching wedge (PW 48°), approach wedge (AW 50°), gap wedge (GW 52°), sand wedge (SW 56°), lob wedge (LW 60°), ultra lob wedge (LW 64°).[1]

Ibridi[modifica | modifica sorgente]

Gli ibridi sono un incrocio tra un legno e un ferro che coniuga la distanza di un legno e la facilità di esecuzione dello swing dei ferri. Questi bastoni sono solitamente usati in sostituzione di legni corti o di ferri lunghi, anche se alcuni produttori fabbricano interi set di ibridi per rimpiazzare completamente i ferri. A questi bastoni ci si riferisce spesso con il termine rescue poiché il TaylorMade Rescue è stato il primo della categoria e perché essi tendono a “salvare” il giocatore da situazioni scomode, dandogli la possibilità di giocare un colpo lungo anche da lie non ottimali.

Chipper[modifica | modifica sorgente]

Bastone ibrido fra un ferro ed un putter serve per approcciare più facilmente

Putter[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Putter.

I putter sono bastoni particolari con un loft minore di 10° progettati per far rotolare la palla sul green fino alla buca. Contrariamente a come si crede, i putter hanno un loft, in genere di 5°, necessario a sollevare la palla da un'eventuale conca creata con l'impatto a terra. Questo bastone si usa esclusivamente sul green ed è in genere l'ultimo bastone giocato di ogni buca.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Golf Clubs, Golf Equipment, Custom Golf Clubs, Golf Store, Golf Shop and more by Lind Golf

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bade, Edwin. The Mechanics of Sport. A.G. Elliot, New York, 1952.
  • Gibson, Kevin H. The Encyclopedia of Golf. A.S. Barnes, New York, 1958.
  • Bruce, Ben and Evelyn Davies. Beginning Golf. Wadsworth Publishing, California, 1962.
  • Cheatum, Billy Ann. Golf. W.B. Saunders Company, Philadelphia, 1969.
  • Cochran A.J. Science and Golf II: Procedures of World Scientific Congress of Golf. M.R. Farally, London, 1994.
  • Cook, Kevin. Driven: Teen phenoms, Mad Parents, Swing Science and the Future of Golf. Gotham Books, New York, 2008.
  • Concannon, Dale. The Original Rules of Golf. Bodleian Library, Oxford, 2009.
  • Evans, Webster. Encyclopaedia of Golf. St. Martins Press, New York, 1971.
  • Ford, Doug. Getting Started in Golf. Sterling Publishers, New York, 1964.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]