Bartolomeo Zuccato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Bartolomeo Zuccato (Treviso, 1492Treviso, 1562) è stato un notaio e storico italiano, autore della Cronaca di Treviso, fonte preziosa della storia della città veneta dalle origini al 1532.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pronipote di Antonio Zuccato, come l'avo fu notaio e cancelliere del Comune.

Scrisse, in lingua volgare scevra di retorica, un'estesa opera storica di impostazione cronologica che fu utilizzata da Giovanni Bonifacio quale fonte della propria Historia di Trivigi. La lingua utilizzata, scrive Luigi Bailo:

« è informata allo studio dei buoni autori, né senza un certo colorito di stile che a momenti anche si eleva ad impeto e vigore non comune; sempre però schietta e naturale, non contorta di costruzioni affettate, non soverchiamente studiata di frasi lambiccate, con un procedere grave e franco ad un tempo[1] »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luigi Bailo, Di alcune fonti per la storia di Treviso, pp. 11-13.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luigi Bailo, Di alcune fonti per la storia di Treviso, Venezia, 1879.
  • Angelo Marchesan, L'Universita di Treviso nei secoli XIII e XIV, Arnaldo Forni, 1974.
  • Augusto Serena, La cultura umanistica a Treviso nel sec. XV, Venezia, 1912.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie