Back-fire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Backfire" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Backfire (disambigua).
Backfire in una moto da corsa

Il back-fire o backfire (traducibile con ritorno di fiamma in italiano) è una esplosione prodotta da un motore a combustione interna accompagnata da "fiammate" di breve durata dal terminale assieme ad uno scoppiettìo.

Spiegazione[modifica | modifica sorgente]

Il backfire ha origine quando i gas di scarico con ancora tracce di carburante incombusto passano dalla camera di combustione allo scarico. Essendo quest'ultimo rovente a causa dell'attività del motore, i gas di scarico vengono incendiati producendo appunto le caratteristiche fiammate. Può avvenire anche a causa della rimozione del convertitore catalitico o del cosiddetto Db killer.

Il fenomeno avviene anche nelle vetture da competizione (specialmente quelle sovralimentate tramite l'uso di un turbocompressore): durante la cambiata, quando il guidatore rilascia l'acceleratore per ingranare la marcia vi è un momento in cui nel motore vi è un eccesso di benzina che non viene incendiata (dato che l'acceleratore non viene per l'appunto premuto), per cui viene prodotto il backfire assieme al tipico rumore di sfiato della valvola pop-off.

Popolarmente il termine viene utilizzato per descrivere le fiammate e lo scoppiettìo emessi da qualunque tipo di motore; tra i professionisti del settore viene però utilizzato il termine afterfire per indicare l'accensione del carburante all'interno dello scarico, mentre backfire indica lo stesso fenomeno quando avviene nel sistema d'iniezione del carburante. L'avere due termini distinti aiuta ad identificare con maggiore chiarezza i sintomi in fase di risoluzione dei problemi nella preparazione di una vettura da competizione.

Cause[modifica | modifica sorgente]

Il backfire tipicamente è una conseguenza di un rapporto aria/carburante errato (in un senso o nell'altro) o di un malfunzionamento a livello dell'impianto di iniezione del carburante o di scarico. Si può quindi sintetizzare riconducendo le cause principalmente a:

  • nei motori a carburatore, una carburazione troppo magra (povera di benzina), difatti questo fenomeno è anche chiamato "scoppio da smagrimento";
  • pressione del carburante bassa, filtro del carburante intasato o pompa del carburante danneggiata (e quindi una diminuzione della frazione di benzina nella miscela)
  • eccesso di benzina nella miscela, parte della quale non viene incendiata dalla candela e si incendia al contatto coi collettori di scarico roventi;
  • cavi elettrici del sistema d'accensione danneggiati, che quindi causano una combustione soltanto parziale della miscela;
  • convertitore catalitico mancante o danneggiato;

Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

Nei veicoli meno recenti, il backfire può essere comune o inevitabile, mentre è più raro nei motori moderni in cui la gestione del carburante è lasciata ad una ECU (centralina elettronica), ma vi sono diverse eccezioni:

  • Le auto dotate di scarichi sportivi o turbo, come già detto, possono incorrervi più facilmente per i motivi sopracitati.
  • I proprietari di veicoli elaborati solitamente sfruttano il backfire come ulteriore "effetto scenico" in aggiunta alle modifiche estetiche apportate al mezzo.
  • Nelle auto progettate per scopi differenti dalla circolazione stradale (manifestazioni, film, eccetera) possono essere inseriti degli iniettori di carburante aggiuntivi in modo che funzionino come dei piccoli lanciafiamme per produrre dei backfire.
  • Nei dragster si tenta di contenere il più possibile il fenomeno del backfire (reso frequente a causa delle caratteristiche di tali mezzi), dato che un ritorno di fiamma potrebbe facilmente portare alla completa distruzione di collettori, carburatori, sistemi di sovralimentazione e del motore stesso, se non addirittura all'esplosione di quest'ultimo.
  • Nei motori aeronautici, come il Rolls-Royce Merlin, il backfire che si originerebbe per gli stessi motivi di cui sopra (e avrebbe le stesse conseguenze) viene evitato grazie a dei frangifiamma all'interno dei collettori.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]