Arnegisclo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Arnegisclo (... – 447) è stato un generale bizantino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era padre di Anagaste ed era quindi presumibilmente di origini gotiche.[1] Fece carriera nell'esercito romano-orientale raggiungendo il grado di magister militum per Thracias (comandante dell'esercito campale di Tracia). Nel 441 uccise con il tradimento il magister militum Giovanni il Vandalo.[2]

Nel 447 dovette affrontare la rabbiosa invasione dell'Impero ad opera degli Unni di Attila, furenti perché Teodosio II aveva smesso di pagare il tributo agli Unni: si scontrò con le orde di Attila in Dacia Ripense presso il fiume Utus e perì nello scontro, insieme al suo esercito, combattendo coraggiosamente.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prisco, frammento 38; Giovanni di Antiochia, frammento 206.2.
  2. ^ Conte Marcellino, s.a. 441; Giovanni di Antiochia, frammento 206.2.
  3. ^ Conte Marcellino, s.a. 447.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie