Antonio Nazzaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Nazzaro nel 2014

Antonio Nazzaro (Torino, 1963) è un giornalista, poeta, traduttore e mediatore culturale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è diplomato con la maturitá classica al liceo Gioberti di Torino e ancora prima di terminare gli studi inizia a collaborare con i giornali L'Ora di Palermo, La Stampa di Torino, Stampa Sera e con l'emittente televisiva Videouno. Negli anni da studente vengono pubblicate le sue prime poesie nell'antologia di testi poetici giovanili: “Il rinoceronte tra le nuvole” Genesi editrice 1982.

Trasferitosi in Messico si diploma presso l'UNAM Università Nazionale Autonoma del Messico come professore di lingua italiana per stranieri. Dopo aver vissuto per oltre 10 anni a Caracas, Venezuela, attualmente vive in Colombia a Bogotà.

Nel 2008 diventa coordinatore del Centro Culturale Tina Modotti con lo scopo di promuovere la cultura italiana e venezuelana attraverso varie forme di interscambio culturale. In quell' anno collabora alla realizzazione del “El Bar del tiempo" organizzato con il poeta italiano Davide Rondoni in cui un gruppo di 20 giovani artista venezuelani trasformava in opere d'arte alcune sue poesie, opere presentate nel Museo di arte Contemporanea di Caracas accompagnate dalla lettura del poeta.

Nel 2010 ha adattato e messo in scena l'opera di videoteatro Pedro e il capitano di Mario Benedetti. In collaborazione con l'attore Ezio Falcomer ha creato una serie di vision book che, utilizzando un nuovo stile comunicativo di facile e rapida diffusione, incuriosiscono il fruitore al fine di destare il suo interesse nei confronti della letteratura e della video arte.

Mariana De Marchi

Nel 2013 ha scritto il libro in prosa poetica "Odore a Torino-Caracas senza ritorno" scritto e pubblicato in italiano e spagnolo dalla casa editrice Edizioni Arcoiris Salerno; le copertine e le illustrazioni che completano il testo sono opera dell'artista argentina Mariana De Marchi.[1]

Da ottobre 2014 collabora alla redazione culturale della rivista web Agorà Magazine di cui è stato uno dei fondatori della redazione in Venezuela.[2]

Nel 2014 è stato selezionato per rappresentare l'Italia al Festival Mondiale della Poesia di Caracas[3]

Nel 2015 è stato selezionato per rappresentare l'Italia al Festival del teatro di Caracas con l'opera di video teatro: ”Cronaca di un cronista urbano Pedro Lemebel”. Nel 2017 è stato invitato al Primo Incontro di Scrittori Internazionali organizzato dalla Fondazione Renascentro di Bogotá (Colombia)e al VII Festival Internacional de Poesía Ignacio Rodríguez Galván in Messico.

Collabora con la rivista italiana di poesia Atelier e con la rivista Fuori/Asse e Laboratori Poesia. È responsabile della collezione di poesia per la casa editrice Edizioni Arcoiris Salerno. Collabora con la rivista venezuelana Poesia e la cilena Ærea e ancora con la rivista argentina Buenos Poetry. Ha pubblicato nel 2013 il libro “Odore a, Torino Caracas senza ritorno”, edito in italiano e spagnolo e nel 2017 “Appunti dal Venezuela. 2017: vivere nelle proteste”, libro che gli è costato l’esilio in Colombia; entrambi i libri per la casa editrice Edizioni Arcoiris Salerno. Ha tradotto: il libro del poeta argentino Juan Arabia, edizione bilingue, ”Il nemico dei thirties”, Samuele Editore, 2017 e “La notte” di Dino Campana, edizione bilingue per la casa editrice cilena Edicola Ediciones, 2017. Il prossimo settembre sarà pubblicata dalla casa editrice Edizioni Arcoiris Salerno la sua traduzione, dell'antologia, “La generazione senza nome”, della poesia colombiana, edizione bilingue, curata dal poeta e saggista colombiano Federico Díaz Granados. E sempre prima della fine dell’anno uscirà l’antologia poetica, Equazione della responsabilità, del poeta svizzero Fabiano Alborghetti per la casa editrice cilena RiL Editores




Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie