Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Anshan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Anshan (disambigua).
Anshan
città-prefettura
(ZH) 鞍山 (Ānshān)
Localizzazione
Stato Cina Cina
Provincia Liaoning
Territorio
Coordinate 41°07′N 122°59′E / 41.116667°N 122.983333°E41.116667; 122.983333 (Anshan)Coordinate: 41°07′N 122°59′E / 41.116667°N 122.983333°E41.116667; 122.983333 (Anshan)
Superficie 9 252 km²
Abitanti 3 645 884 (2010)
Densità 394,06 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 114000
Prefisso +86 (0)412
Fuso orario UTC+8
Targa 辽C
Cartografia
Mappa di localizzazione: Cina
Anshan
Anshan
Anshan – Mappa
Sito istituzionale

Anshan (cinese: 鞍山; pinyin: Ānshān) è una città-prefettura della Cina nella provincia del Liaoning.

È uno dei maggiori centri per la produzione dell'acciaio della Cina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'origine della città risale al III secolo a.C., mentre le prime tracce di industrie siderurgiche risalgono all'imperatore Han Wudi (140 a.C.-87 a.C.). Durante la dinastia Tang sorsero numero officine per la lavorazione del ferro. La città fu distrutta nel 1900 da un incendio e venne ricostruita 10 km più a nord.

Durante l'occupazione giapponese della Manciuria (1931-1945) e la costituzione del governo-fantoccio del Manchukuo, l'Impero giapponese potenziò grandemente la preesistente acciaieria di Anshan che divenne il gigantesco complesso siderurgico Shōwa; le acciaierie Shōwa di Anshan erano tra le più grandi del mondo negli anni della seconda guerra mondiale e lavoravano a disposizione della macchina bellica giapponese; divennero quindi anche l'obiettivo dei bombardamenti strategici americani condotti dai Boeing B-29 Superfortress nel 1944-45 a partenza dalle basi in Cina.

Dopo la caduta del Manchuokuo e l'invasione della Manciuria da parte dell'Armata Rossa sovietica, le acciaierie furono occupate e cedute ai comunisti cinesi. Il governo della Repubblica Popolare Cinese decise di espandere il vecchio impianto siderurgico Shōwa di Anshan, fino a farlo diventare il maggiore dell'intera Cina; si guadagnò così il nome di Capitale cinese dell'acciaio.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ città gemellate con Holon, holon.muni.il. URL consultato il 05 settembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN157151214 · GND: (DE5020994-2
Cina Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cina