Andrea Chénier (saggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Nel cuore l’ultimo canto di Orfeo / te ne vai verso il patibolo / o fratello dal collo mozzato / tu sognavi nelle notti nere / un’alba ancora che t’illuminasse / per poter commuovere la storia / su tanti innocenti massacrati / è passato un secolo e mezzo / la stagione dell’uomo è ancora peggiore...»

(Robert Brasillach, "Canzone per Andrea Chénier (1794-1944)" in Poemi di Fresnes)
Andrea Chénier
Titolo originaleChénier La pensée française
AutoreRobert Brasillach
1ª ed. originale1947
Generesaggio
Lingua originalefrancese
AmbientazioneFrancia

Andrea Chénier è un saggio dello scrittore francese Robert Brasillach, pubblicato postumo nel 1947.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In questo breve saggio, scritto mentre si trovava in carcere accusato di collaborazionismo, Brasillach, ripercorre vita e opere del giovane poeta francese André Chénier, ghigliottinato da rivoluzionari più esagitati durante la rivoluzione francese, quasi prevedesse la sua fine. Fu infatti fucilato il 6 febbraio 1945.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

  • Andrea Chénier, Milano, Scheiwiller, 1974, pagine 66, traduzione italiana di Clara Morena, introduzione di Franco Maestrelli
Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura