Amulo (vescovo di Torino)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amulo di Torino
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Torino
 
Nato?
Consacrato vescovo898
Deceduto901, Torino
 

Amulo di Torino (... – Torino, 901) è stato un vescovo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Amulo fu vescovo di Torino dall'898 al 901.

Compare a Pavia in un diploma dell'imperatore Guido, datato 11 luglio 892, nel quale è detto "venerando presule della sacrosanta chiesa di Torino" [1]

Fu in guerra con la città di Torino, che all'epoca, non solo era sottoposta al suo dominio spirituale, ma anche a quello temporale, a tal punto che visse i tre anni del proprio episcopato in esilio, tornando in seguito violentemente per impossessarsi della città, facendone abbattere le mura difensive.

Morì a Torino nel 901

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Schiaparelli, Luigi (1906), I Diplomi di Guido e Lamberto, diploma n. XVI; Fonti per la Storia d'Italia

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]