Allenamento in sospensione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'allenamento in sospensione è una moderna tecnica di fitness che fa parte dell'allenamento funzionale. Si effettua utilizzando un attrezzo costituito da cavi, staffe, maniglie ed un imbraco, in modo che l'atleta si alleni sfruttando il proprio peso corporeo in sospensione dinamica e completa, questo attrezzo è lo Zerogravity981. Ad onor del vero il TRX è il primo della saga dell'allenamento in sospensione funzionale, poi però dopo circa 5 anni naque lo zerogravity981.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nella forma più semplificata, l'allenamento in sospensione si riferisce ad un vasto gruppo di movimenti unici e di programmi di allenamento codificati per questa specifica attività. Questi si distinguono dagli esercizi tradizionali per il fatto che sia le mani che i piedi di chi li eseguono, sono sostenute da un singolo punto di ancoraggio, mentre le altre estremità del corpo sono a contatto con il suolo di conseguenza la percentuale desiderata di peso corporeo è caricata sulla parte del corpo che si vuole allenare. Il punto di ancoraggio fornisce la miscela ideale di sostegno e mobilità per allenare la forza, la resistenza, la coordinazione, la flessibilità, il potenziamento e la stabilità del “core” in un tutt'uno, attraverso un'ampia gamma di possibilità di utilizzo della resistenza(questo con l'attrezzatura esistente fino ad oggi) . Lo ZERO GRAVITY permette di allenare tutto il corpo mantenendo l'utilizzatore in sospensione completa in modo che i passaggi da un esercizio all'altro possano essere eseguiti in via del tutto aerea, allenando anche il sistema vestibolare.

.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Il TRX e il programma di allenamento sono stati sviluppati da Randy Hetrick, un ex appartenente ai Navy SEALs, durante gli anni 1990 e la commercializzazione è iniziata nel 2005. Nello stesso periodo Kurt Dasbach, un ex giocatore di calcio cileno, scoprì una tecnica di allenamento inca basata su cinghie[1] e progettò uno strumento molto simile, chiamandolo Inkaflexx.

Lo ZeroGravity981 nasce nel 2009 dall'Ex campione di BodyBuilding Damiano Trinca il quale dopo anni di ricerca riesce a creare un attrezzo che permette di allenare tutto il corpo come un unico sistema e non come un insieme di parti. Questo gli permette in breve tempo di portarsi al primo posto come preparatore sportivo, infatti in circa un paio di anni riesce a creare 10 nuovi campioni del mondo di varie discipline diverse, spaziando dalle arti marziali, al volo libero , piuttosto che canoa. Che dire funzionale allo stato puro.

MA COME FUNZIONA ESATTAMENTE?

Quando un corpo è sospeso il suo centro di gravità cerca il punto più vicino dal suolo. Ad esempio, quando si è appesi ad un'asta con entrambe le mani il nostro centro di gravità ci spinge verso il pavimento, se invece ci tenessimo con una sola mano, questo inizierebbe ad ondeggiare a ruotare ed ancora una volta il vostro centro di gravità tenderà verso il punto più basso verso il centro. Gli esercizi in sospensione utilizzano gravità e movimento per generare risposte neuromuscolari ai cambiamenti della posizione del corpo nello spazio. I movimenti che si fanno

utilizzando questi principi integrano forza ed equilibrio in un unico format dinamico che stimola fortemente il sistema nervoso e massimizza i benefici con risultati più rapidi degli esercizi tradizionali di sollevamento pesi.

Diffusione in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 nacque l'Italian Suspension Training e il Prof. Fabio Martella scrisse il primo manuale tecnico per professionisti dell'allenamento in sospensione, in collaborazione con Kurt Dasbach.

Nel 2015 Naque il Centro Formazione Funzionale riconosciuto dal CONI con a capo il master trainer del metodo N.Ar.T. (Neurologyc AeRial Training) Damiano Trinca in collaborazione con ASC.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INKA History

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport