Alberto Cavalli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alberto Cavalli

Presidente della Provincia di Brescia
Durata mandato 27 giugno 1999 –
7 giugno 2009
Predecessore Andrea Lepidi
Successore Daniele Molgora

Sottosegretario del presidente della Regione Lombardia all'Università
Durata mandato 20 aprile 2010 –
20 ottobre 2012
Presidente Roberto Formigoni

Assessorato della Regione Lombardia al commercio, turismo, terziario
Durata mandato 19 marzo 2013 –
22 aprile 2014
Presidente Roberto Maroni

Assessorato della Regione Lombardia alle infrastrutture e mobilità
Durata mandato 22 aprile – 10 dicembre 2014
Presidente Roberto Maroni

Dati generali
Partito politico Forza Italia (1994 – 2009)
Il Popolo della Libertà (2009 – 2013)
Forza Italia (dal 2013)
Alma mater Università Ca' Foscari Venezia
Professione architetto

Alberto Cavalli (Brescia, 17 marzo 1953) è un politico italiano, presidente della provincia di Brescia dal 1999 al 2009 ed assessore per la regione Lombardia dal 2013 al 2014.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Brescia il 17 marzo 1953. Laureatosi in architettura presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, successivamente si dedicò alla carriera professionale, aprendo uno studio nella sua città d'origine.[1]

Negli anni Ottanta fu membro del comitato di programmazione e pianificazione della Regione Lombardia e consigliere di amministrazione della Triennale di Milano. Di quest'ultima, fu commissario straordinario dal 1990 al 1992.[1]

Esponente di Forza Italia dalla fondazione, alle elezioni provinciali bresciane del 1995 venne eletto consigliere.[1]

Nel 1996 si candidò alla Camera nel collegio di Chiari: sostenuto dal centrodestra, ottenne il 29,6% dei voti e fu battuto sia dal rappresentante dell'Ulivo sia da quello della Lega Nord Daniele Molgora, risultato poi vincente.[2]

Alle amministrative del 1999 fu eletto Presidente della Provincia, in rappresentanza di una coalizione di centrodestra; al ballottaggio vinse con il 50,3% dei voti sul candidato del centro-sinistra Guido Galperti.[3]

Venne confermato, al turno di ballottaggio, alle elezioni provinciali del 2004, in qualità di candidato della Casa delle Libertà con una maggioranza del 54%, vincendo contro il candidato de L'Unione Tino Bino.[4]

Nel 2010 fu nominato dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni alla carica di Sottosegretario del presidente con delega all'Università e ricerca;[1] mantenne l'incarico fino all'ottobre 2012.[5]

L'anno dopo partecipò alle elezioni regionali dove fu eletto consigliere per la lista provinciale bresciana de Il Popolo delle Libertà. Il 19 marzo, il nuovo presidente della regione, Roberto Maroni, lo nominò Assessore Regionale al Commercio, Turismo e Settore Terziario. Dopo un rimpasto di giunta, il 22 aprile 2014, Maroni lo nominò Assessore Regionale alle Infrastrutture e Mobilità. Mantenne questa carica fino al 10 dicembre, quando un nuovo rimpasto lo fece uscire dalla giunta.[5][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Varesenews.it – La nuova giunta Formigoni: 16 assessori, 4 sottosegretari
  2. ^ Archivio Storico delle Elezioni – Camera del 21 aprile 1996
  3. ^ Elezione Presidente Provincia del 13/06/1999 Brescia, Elezione Presidente Provincia del 13/06/1999 Brescia – Ballottaggio
  4. ^ Archivio Storico delle Elezioni – Provinciali del 12 giugno 2004
  5. ^ a b Corriere della Sera – Alberto Cavalli - Consigliere
  6. ^ Regione, il bresciano Cavalli lascia la giunta, "Giornale di Brescia", 9 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della provincia di Brescia Successore Provincia di Brescia-Stemma.png
Andrea Lepidi 27 giugno 1999 – 25 giugno 2004
26 giugno 2004 – 7 giugno 2009
Daniele Molgora