A Viva Voce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Viva Voce
Logo
Stato Francia Francia
Lingua italiano
Periodicità trimestrale
Genere storico
Fondazione 1992
Sede 15, rue César Campinchi - 20200 Bastia
Editore Carlo Rosselli-Cecconi
Diffusione cartacea 151.507 (2007)
Direttore Paul Colombani
Sito web
 

« La sola rivista in lingua italiana scritta da còrsi e stampata in Corsica »

(Sottotitolo di "A Viva Voce")

« Alcuni uomini e alcune donne di Còrsica, premurosi del rinverdimento della lingua dotta dei nostri antenati hanno deciso di pubblicare questa rivista in lingua italiana.
Essa è un nostro retaggio e un puntello per mantenere viva la lingua còrsa. »

(Sottotitolo sul sito "A Viva Voce"[1])

A Viva Voce è l'unico periodico in lingua italiana pubblicato a Bastia dall'ottobre del 1992 in Corsica e stampato prima a Ghisonaccia e poi a Borgo ed è un trimestrale fondato da Carlo Rosselli-Cecconi e patrocinato della Società Dante Alighieri di Bastia; tutta la redazione è formata da còrsi. Il trimestrale ha come obiettivo il riavvicinamento culturale tra Italia e Corsica ed è incentrato sulla storia della Corsica e dei suoi legami con l'Italia. L'attuale direttore è Paul Colombani, già italianista presso l'Università di Nantes.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]