ACCREDIA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
ACCREDIA
Tipono-profit
Affiliazione internazionaleInternational Accreditation Forum
Scopoaccreditamento
Sede centraleItalia Roma
Area di azioneItalia
PresidenteItalia Giuseppe Rossi
DirettoreFilippo Trifiletti
Lingua ufficialeitaliano
Membri67 (2019)
MottoL'ente italiano di accreditamento
Sito web

ACCREDIA è un'associazione senza scopo di lucro ed è l'unico ente di accreditamento in Italia.[1]

Come ente di accreditamento, ha il compito di attestare la competenza, l'indipendenza e l'imparzialità degli organismi di certificazione, ispezione e verifica, e dei laboratori di prova e taratura.[2]

È membro dell'International Accreditation Forum (IAF),[3] dell'International Laboratory Accreditation Cooperation (ILAC) e dell'European co-operation for Accreditation (EA).[4]

È stato designato dal governo italiano in applicazione del Regolamento europeo 765/2008[2] e in conformità alla norma internazionale ISO/IEC 17011,[4] ed opera sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

ACCREDIA nasce nel 2009[1] dalla fusione di Sit (Servizio di taratura in Italia), Sinal (Sistema nazionale di accreditamento dei laboratori) e Sincert (Sistema di accreditamento degli organismi di certificazione).[5]

Attività[modifica | modifica wikitesto]

A febbraio 2020, ACCREDIA ha accreditato:[2]

  • 417 organismi di certificazione, ispezione e verifica
  • 1.250 laboratori di prova, medici e organizzatori di prove valutative interlaboratorio (Proficiency Test Provider o PTP)
  • 195 laboratori di taratura (LAT) e produttori di materiali di riferimento (RMP).

Soci[modifica | modifica wikitesto]

I soci di ACCREDIA rappresentano gli stakeholder coinvolti nelle attività di accreditamento, tra cui ad esempio Ministeri, enti pubblici di ricerca, enti di normazione e associazioni di categoria. In particolare ACCREDIA conta 67 soci, tra cui l'UNI e il CEI.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]