Stefano di Rouen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Étienne de Rouen)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il vescovo di Mazara del Vallo, vedi Stefano de Fer.

Stefano di Rouen[1] (in latino Stephanus Rothomagensis, in francese Ètienne de Rouen), noto anche come Stefano di Bec o Stefano del Bec (Stephanus Beccensis)[2][3] (Rouen, ... – 1170 circa) è stato un monaco, storico e poeta normanno. Nativo di Rouen[4], fu monaco benedettino presso l'abbazia di Notre-Dame du Bec[5].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È noto per il suo poema arturiano Draco Normannicus, che funge anche da cronaca per il periodo che va dall'XI secolo al 1169 e riporta notizie su Dudone di San Quintino e Guglielmo di Jumièges[6]. Dal punto di vista poetico si crede che sia stato influenzato dall'Ilias di Simon Capra Aurea[7].

Oltre al Draco scrisse svariati componimenti poetici editi da Howlett a margine del Draco stesso[8] ed anche un resoconto di Quintiliano[9].

Morì nel 1170[10].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN199884907 · LCCN: (ENno97066911