Álvaro Noboa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Álvaro Fernando Noboa Pontón

Álvaro Fernando Noboa Pontón (Guayaquil, 21 novembre 1950) è un politico e imprenditore ecuadoriano.

Noboa si è dedicato attivamente alla politica: in occasione delle elezioni del 1998 si candidò, col sostegno del Partito Roldosista Ecuadoriano, alla carica di Presidente della Repubblica; quindi, dopo aver fondato il Partito Rinnovatore Istituzionale di Azione Nazionale, ripresentò la propria candidatura alle elezioni del 2002, del 2006, del 2009 e del 2013, sempre senza successo. Nel 2007 fu tuttavia eletto deputato nazionale.

Ereditò la sua fortuna dal padre Luis Noboa Naranjo, che lavorò duramente da 19 anni e fondò tra le altre imprese la Exportadora Bananera Noboa, con la quale fece fortuna fino a divenire l'ecuadoriano più ricco nell'ultimo decennio del XX secolo[1].

È stato destinatario di molteplici denunce e richieste di decine di milioni di dollari da parte del fisco ecuadoriano, al quale dovrebbe versare somme non pagate per la sua impresa esportatrice di banane. Nonostante questo, nel 2011 dichiarò che l'impresa non era in fallimento che l'attività commerciale sarebbe continuata regolarmente[2].

In onore al padre, il 25 gennaio 2006 a Guayaquil fondò il Museo Luis A. Noboa Naranjo, che contiene numerose opere d'arte collezionate da Luis Noboa nel corso della sua vita[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie