Traffico di minorenni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per traffico di minorenni si intende il reclutamento, il trasporto, il trasferimento, l'alloggio o l'accoglienza di una bambino o di una bambina ai fini di sfruttamento. Si tratta di un caso particolare di traffico di esseri umani regolato dal Protocollo di Palermo.

Secondo la legislazione internazionale nel caso di traffico di minori non è necessario provare l'utilizzo di mezzi illeciti, come l'uso della forza o la frode, ed è irrilevante il fatto che il minore abbia acconsentito o meno al suo trasferimento. [1]

Ai minori vittime del traffico devono essere garantite tutte le forme di protezione speciale definite dalle convenzioni internazionali, come la Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia.

Nonostante diverse informazioni pubblicate dagli organi di stampa, non esistono statistiche attendibili sull'entità del problema.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Protocol to Prevent, Suppress and Punish Trafficking in Persons, Especially Women and Children a cura dell'ONU.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]