Sbrogliatura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il termine sbrogliatura si riferisce ad una delle varie fasi di lavoro necessarie per la realizzazione di un circuito stampato destinato alla produzione di una scheda elettronica.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questa è un'operazione atta alla realizzazione del circuito stampato a partire da uno schema elettronico, cercando di contenere il più possibile gli ingombri del circuito finito, tramite un attento posizionamento dei diversi componenti e del passaggio delle diverse piste (anche sotto i vari componenti); generalmente si cerca d'avere un prodotto finito con una forma quadrata o rettangolare.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Quest'operazione può essere effettuata in diversi modi:

  • Manualmente, in circuiti relativamente semplici, la sbrogliatura può essere realizzata anche manualmente.
  • Assistita o Automatica, si effettua a partire da uno schema elettrico, realizzato e memorizzato in un file CAD; da questo, tramite procedure semi-automatiche guidate da un altro CAD (Computer Aided Design, cioè Progettazione Assistita da Computer), si procede al calcolo della posizione di ogni componente sulla scheda e alla "sbrogliatura", cioè al collegamento fisico dei vari componenti del circuito tramite "piste" elettriche. Generalmente, in schede complesse contenenti chip operanti a frequenze elevate, la posizione di questi, insieme ad altri componenti critici, viene vincolata dai progettisti, lasciando al programma la scelta di posizionamento solo della componentistica passiva e di minore criticità. Il risultato di questa fase viene memorizzato in un file in un formato chiamato Gerber, dalla marca della macchina che veniva in origine usata per produrre i circuiti stampati.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]