Overdubbing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con il termine Overdubbing s'intende la tecnica, nata negli anni cinquanta ed utilizzata da musicisti e da studi di registrazione, che consiste nell'inserire una determinata serie di suoni all'interno di una session precedentemente registrata.

L'overdubbing presenta sia aspetti positivi che negativi. In primo luogo, infatti, permette di ovviare all'assenza di un membro del gruppo o dell'orchestra, registrandone la parte ed immettendola in un secondo tempo nella canzone. Inoltre, grazie ad essa, un brano con una strumentazione orchestrale può essere registrato da un singolo esecutore, che può suonare e registrare da solo i vari strumenti, aggiungendoli uno dopo l'altro, facendo così a meno di un'orchestra o band. Dall'altro lato, l'utilizzo di questa tecnica è spesso visto negativamente, perché accusato di creare suoni artificiali, che vanno così a modificare e quasi sempre a "taroccare" le reali capacità di un gruppo o di un musicista.