Metanoia (figura retorica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

La metànoia (dal greco μετανοεῖν, metanoein, cambiare il proprio pensiero, cambiare idea) è un artificio retorico usato per ritrattare un'affermazione appena fatta, e poi dirla nuovamente in un modo migliore.[1] È simile alla correctio. Se la correzione risponde a un calcolato effetto retorico, si parla più specificamente di epanortosi.

Correctio[modifica | modifica wikitesto]

La metanoia è usata per riprendere un'affermazione in due modi: per indebolire la dichiarazione precedente o per rafforzarla.

Indebolimento[modifica | modifica wikitesto]

L'uso della metanoia per indebolire un'affermazione serve per mantenere l'affermazione originale, specificandola con una più qualificante.[2] Per esempio, dicendo «Ti ucciderò. Sarai punito», la forza dell'affermazione originale («Ti ucciderò») rimane, ma viene presentata un'alternativa più realistica («Sarai punito»).

Rafforzamento[modifica | modifica wikitesto]

Quando viene usata per rafforzare una frase, la metanoia serve a far passare il lettore da una posizione moderata a una più radicale, come in Marco Aurelio[3]:

« Io ancora non ci riuscirò per colpa mia, e per non aver osservato gli ammonimenti degli dei e, potrei quasi dire, le loro istruzioni dirette. »
(Meditationes, Libro primo.)

Qui Marco Aurelio usa la metanoia per passare da un'idea più leggera («non aver osservato gli ammonimenti degli dei») a una più intensa («non aver osservato... le loro istruzioni dirette»).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Silva Rhetoricae (2006). Metanoeia
  2. ^ VirtualSalt.com (2006). A Handbook of Rhetorical Devices
  3. ^ The Internet Classics Archive (2006). The Meditations

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J.A. Cuddon (curatore), The Penguin Dictonary of Literary Terms and Literary Theory., III edizione Penguin Books: New York, 1991.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Linguistica Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Linguistica