IP over Avian Carriers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un piccione viaggiatore che può trasportare il traffico IP.

Nel mondo del networking, IP over Avian Carriers (IPoAC) è una proposta intesa umoristicamente per utilizzare piccioni viaggiatori come mezzo di trasporto per i pacchetti di internet. IP over Avian Carriers fu inizialmente descritto nell' RFC 1149, un Request for comments dell'Internet Engineering Task Force (IETF) scritto da D. Waitzman e pubblicato il 1º aprile 1990. Si tratta di uno dei numerosi pesci d'aprile RFC.

Waitzman ha descritto inoltre un miglioramento del suo protocollo nel RFC 2549, IP over Avian Carriers with Quality of Service (1 aprile 1999).

Implementazioni del protocollo[modifica | modifica sorgente]

In realtà IPoAC è stato implementato con successo il 28 aprile 2001 dal Linux User Group di Bergen[1]. nell'esperimento sono stati trasmessi nove pacchetti di dati, su una distanza di circa cinque chilometri, ognuno dei quali trasportato da un singolo piccione e contenente un messaggio di ping (ICMP Echo Request).

Nell'esperimento sono stati ricevuti quattro pacchetti, comportando una percentuale di pacchetti persi del 55% (dovuti ad errori degli utenti[2]), ed un Round Trip Time variabile tra i 3000 ed i 6000 secondi.

Questa tecnologia, dunque, soffre di prestazioni molto povere in termini di latenza, ma è in grado di raggiungere un alto throughput medio utilizzando come dispositivi trasportati delle memorie flash.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bergen Linux User Group's CPIP Implementation
  2. ^ "Informal report from the RFC 1149 event."
Telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete