Csík

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comitato di Csík
ex comitato
(HU) Csík vármegye
Localizzazione
Stato Ungheria Ungheria
Amministrazione
Capoluogo Csíkszereda
Data di soppressione 1920 (Trattato del Trianon)
Territorio
Coordinate
del capoluogo
46°21′N 25°48′E / 46.35°N 25.8°E46.35; 25.8 (Comitato di Csík)Coordinate: 46°21′N 25°48′E / 46.35°N 25.8°E46.35; 25.8 (Comitato di Csík)
Superficie 5 064 km²
Abitanti 145 700 (1910)
Densità 28,77 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Cartografia

Comitato di Csík – Localizzazione

Comitato di Csík – Mappa

Il comitato di Csík (in ungherese Csík vármegye; in rumeno Comitatul Ciuc; in tedesco Komitat Csík o -raramente- Tschick; in latino comitatus Csikiensis) è stato un comitato del Regno d'Ungheria, situato nell'attuale Romania centrale, in Transilvania. Capoluogo del comitato era Csíkszereda, oggi nota col nome romeno di Miercurea Ciuc.

Il comitato, situato lungo la catena dei Carpazi, confinava con il regno di Romania e con gli altri comitati di Beszterce-Naszód, Maros-Torda, Udvarhely e Háromszék.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il comitato venne formato nel 1876 unendo tre territori abitati dalla popolazione magiara degli Székely (Csíkszék, Gyergyószék e Kászonszék) e rimase ungherese finché il Trattato del Trianon (1920) non lo assegnò alla Romania. Rioccupato dall'Ungheria nel 1940 in seguito al Secondo Arbitrato di Vienna, dopo la seconda guerra mondiale venne restituito alla Romania.

Il territorio del comitato di Csík si trova oggi nella distretto romeno di Harghita, eccetto una piccola parte a nordest che fa invece parte del distretto di Neamţ. Ancora oggi il 90% degli abitanti della regione è ungherese.

Ungheria Portale Ungheria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ungheria