Zenzizenzizenzic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Whetstone of Witte (1557)
Tabella compilata da Samuel Jeake nel 1671[1]

Zenzizenzizenzic è una notazione matematica obsoleta che indica l'ottava potenza di un numero, ovvero x^8.[2]

L'introduzione del termine si deve al matematico Robert Recorde, che definisce lo zenzizenzizenzike «a square of squares squaredly» (il quadrato di un quadrato al quadrato).[3] È inoltre utilizzato da Samuel Jeake in Compleat Body of Arithmetic (1701), dove definisce anche la sedicesima potenza come zenzizenzizenzizenzike.[4]

L'etimologia deriva dalla parola tedesca zenzic. Il suo uso è analogo al «censo di censo» adoperato, tra gli altri, da Leonardo Fibonacci nel suo Liber abbaci per indicare la potenza alla quarta, ovvero x^{2^2} = x^4.

L'uso della parola è attestato nell'Oxford English Dictionary.[5] Il termine è anche una curiosità linguistica in quanto è quello con più z all'interno dell'OED.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Samuel Taylor Coleridge, Encyclopaedia Metropolitana: Pure sciences, 1845, p. 442.
  2. ^ (EN) Numerical Prefixes
  3. ^ (EN) Robert Recorde, The Whetstone of Witte, 1557.
  4. ^ (EN) Samuel Jeake, A Compleat Body of Arithmetic, in Four Books, 1701.
  5. ^ (EN) Edwin D. Reilly, Milestones in Computer Science and Information Technology, Greenwood Publishing Group, 2003, ISBN 9781573565219.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Matematica Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Matematica