Zeit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il settimanale tedesco, vedi Die Zeit.
Zeit
ArtistaTangerine Dream
Tipo albumStudio
Pubblicazioneagosto 1972
Durata74:29
Dischi1
Tracce4
GenereKrautrock
Musica elettronica
EtichettaOhr
ProduttoreTangerine Dream
Tangerine Dream - cronologia
Album precedente
(1971)
Album successivo
(1973)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 3.5/5 stelle
Onda Rock[2] Pietra miliare
Piero Scaruffi[3] 8/10
Uncut[4] 5/10

Zeit (Tempo), pubblicato nel 1972, è il terzo album del gruppo di musica elettronica tedesco Tangerine Dream.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Zeit è l'album più sperimentale del gruppo, ed è considerato una delle pietre miliari della musica cosmica. Le sue atmosfere sono simili al primo disco da solista di Klaus Schulze, Irrlicht, pubblicato lo stesso anno. Alla realizzazione del disco hanno collaborato diversi artisti famosi, come Florian Fricke dei Popol Vuh.

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Come spiegato da Paul Russell in un'intervista del 2002, Zeit si basa su un'antica filosofia, che dice che "il tempo è in realtà immobile ed esiste solo nella nostra mente".

Ristampe[modifica | modifica wikitesto]

Prima della ristampa del 2002, circolavano nel mercato due diverse versioni di Zeit: una versione consisteva in un CD, mentre l'altra era composta da un doppio CD. La prima ristampa era molto simile all'album, anche se a causa di un problema ai nastri master il suono era di scarsa qualità. La seconda, invece, presentava una migliore rimasterizzazione dei brani.

Nel 2011 Zeit venne ripubblicato insieme ad un disco contenente due brani tratti da un concerto dal vivo dei Tangerine Dream.

Copertina[modifica | modifica wikitesto]

La copertina dell'album raffigura un'eclissi solare.

I brani[modifica | modifica wikitesto]

Birth Of Liquid Plejades[modifica | modifica wikitesto]

La prima traccia dell'album, Birth Of Liquid Plejades, si apre con un quartetto di violoncelli, che eseguono delle note smisuratamente lunghe, trasportando l'ascoltatore in un universo tetro e agghiaciante. Un effetto di "phase shifting" introduce alla seconda parte del movimento, caratterizzata da atmosfere cupe e spente, dominate dai suoni virtuosi scaturiti dai VCS3 di Franke e Baumann. Dopo circa un quarto d'ora, i sintetizzatori VCS3 scompaiono, lasciando lo spazio all'ultima sezione della suite. Essa è caratterizzata dalla ripetizione di un ciclo di accordi dissonanti dell'organo dei Froese, su cui il moog di Florian Fricke costruisce un assolo, che lentamente si dissolve chiudendo tutta la composizione.

Nebolous Dawn[modifica | modifica wikitesto]

Varie note distorte, eseguite da un sintetizzatore, introducono la seconda traccia di Zeit, Nebolous Dawn, in cui si protraggono per quasi tutta la sua durata voci aliene, echi lontani, il volo di un elicottero e altri effetti sonori inquietanti. Dopo 15:00 una lunghissima dissolvenza fa svanire tutto affidando la conclusione ad un ultimo e soffocato effetto ad opera del mitico VCS3.

Origin of Supernatural Probabilities[modifica | modifica wikitesto]

Origin of Supernatural Probabilities si può considerare come la suite più melodica di tutto l'album. Un preludio affidato a un silenzio inquietante, appena solcato da qualche dolce accordo di organo elettrico, viene progressivamente riempito dalle trame di un pattern. Dopo circa sedici minuti, lo stesso silenzio e gli accordi di organo che fungevano da apertura, chiudono definitivamente il pezzo.

Zeit[modifica | modifica wikitesto]

Il quarto e ultimo movimento, ovvero la title-track, rappresenta l'apice della creatività del gruppo. Un crescendo di un coro, che poi si protrarrà per tutta la suite, ci catapulta nelle atmosfere di 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick. Un glissando di basso fa da spartiacque e trasporta l'ascoltatore al lato più cupo ed esoterico della suite. L'ultimo gorgoglio di un coro sempre più distante conclude il pezzo e l'album.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione originale del 1972: 2 dischi[modifica | modifica wikitesto]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Birth of Liquid Plejades – 19:54
  2. Nebulous Dawn – 17:56
  3. Origin of Supernatural Probabilities – 19:34
  4. Zeit – 16:58

Ristampa del 2002[modifica | modifica wikitesto]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Birth of Liquid Plejades – 19:54
  2. Nebulous Dawn – 17:56
  3. Origin of Supernatural Probabilities – 19:34
  4. Zeit – 16:58

Ristampa del 2011[modifica | modifica wikitesto]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Birth of Liquid Plejades – 19:54
  2. Nebulous Dawn – 17:56
  3. Origin of Supernatural Probabilities – 19:34
  4. Zeit – 16:58
  5. Klangwald, Part One - 37:23
  6. Klangwald, Part Two - 40:41

Ristampa del 2018: 2 dischi, edizione limitata a 1500 copie stampate su vinile arancione traslucido, pubblicata in occasione del "Record Store Day 2018"

Tracce

  1. Birth of Liquid Plejades - 20:00
  2. Nebulous Dawn - 18:00
  3. Origin of Supernatural Probabilities - 20:12
  4. Zeit - 17:43

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

Composto, suonato e prodotto da Chris Franke, Edgar Froese e Peter Baumann.

Registrato nel maggio 1972 allo Studio Dierks a Stommeln/Köln.

Ingegnere del suono: Dieter Dierks.

Disegno di copertina e pitture: Edgar Froese.

Fotografia: Monique Froese.

Uscite Discografiche in doppio LP[modifica | modifica wikitesto]

  • OHR (1972) codice prima stampa tedesca OMM 2/56021 (copertina apribile "gatefold cover")
  • PDU (1974) stampa italiana (copertina apribile "gatefold cover")
  • Brain/Metronome (1976) ristampa tedesca (copertina apribile "gatefold cover")
  • Virgin Records Ltd. (1976) ristampa inglese" (copertina apribile "gatefold cover")
  • Relativity Records (1985) ristampa americana (copertina apribile "gatefold cover")
  • Essential Records (1999) ristampa inglese

Ristampe in CD[modifica | modifica wikitesto]

  • Jive Electro (1986) codice C TANG 3 (fabbricato in Austria per mercato inglese e tedesco)
  • Relativity Records Inc. (1987) codice 88561 -8070-2 (fabbricato USA per mercato americano)
  • Sequel Records (1996) codice 1034-2 (fabbricato USA per mercato americano "rimasterizzato")
  • Essential Records (1996) codice ESM CD 347 (fabbricato UK per mercato inglese e tedesco "rimasterizzato")
  • Castle Music (1999) codice CMACD 555 (fabbricato UK per mercato inglese e americano "rimasterizzato")
  • Castle Music / Sanctuary Ltd. (2002) codice CMRCD 490 (fabbricato UK per mercato europeo "rimasterizzato")
  • Arcangelo (2004) codice ARC-7048 (fabbricato in Giappone, copertina in cartone "paper sleeve")
  • Arcangelo (2008) codice ARC-8007 (fabbricato in Giappone, copertina in cartone "paper sleeve")

Detentori dei Diritti d'Autore[modifica | modifica wikitesto]

  • 1970-1975: Ohr Musik
  • 1976-1980: Virgin Music Publishers Ltd. (Da licenza Tangerine Dream)
  • 1985-1995: Zomba Productions Ltd.
  • 1996 ad oggi: Tadream Music Productions

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Archie Patterson, Zeit, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 13 maggio 2017.
  2. ^ Claudio Fabretti, Tangerine Dream - biografia, recensioni, streaming, discografia, foto, su Onda Rock, 12 novembre 2006. URL consultato il 13 maggio 2017.
  3. ^ Piero Scaruffi, The History of Rock Music. Tangerine Dream: biography, discography, reviews, links, su scaruffi.com. URL consultato il 13 maggio 2017.
  4. ^ (EN) Tangerine Dream - Zeit, in Uncut, 1º febbraio 2003. URL consultato il 13 maggio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo