Vulcano a scudo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Vulcano.

Un vulcano a scudo è un vulcano solitamente generato da colate laviche fluide. Il nome deriva dalla forma del cono vulcanico, che, visto di profilo, assomiglia ad uno scudo.

I vulcani a scudo sono i più grandi e possenti presenti sulla superficie terrestre. Sono caratterizzati da una bassa viscosità del magma e da lave femiche (dette anche basiche o basaltiche).

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Diagramma strutturale di un vulcano a scudo

I vulcani a scudo sono formati da correnti di lava a bassa viscosità. Una montagna vulcanica che ha un profilo più esteso orizzontalmente che verticalmente (un cono schiacciato) è formata nel tempo dalle colate di una lava basaltica proveniente da fessure nel terreno. La lava fluida che scorre facilmente lungo le pendici del vulcano, arriva quindi a depositarsi più lontano rispetto ai vulcani in cui la lava è più viscosa (per esempio negli stratovulcani). Il risultato è un accumulo di lava che va a solidificarsi nella particolare forma a scudo, con pendici poco ripide e molto estese (questi coni vulcanici possono avere diametri anche di varie decine di chilometri).

Molti dei più grandi vulcani sulla terra sono di questo tipo. Il più grande è Mauna Loa a Hawaii; ma tutti i vulcani di quelle isole sono vulcani a scudo per via della relativa poca viscosità della lava.

Questo tipo di vulcano può essere così esteso da essere confuso con catene montuose, come le catene montuose Ilgachuz e Rainbow, entrambe situate in Canada. Questi vulcani si formarono quando la Placca nordamericana passò sopra un punto caldo simile a quello che alimenta i vulcani delle isole Hawaii, chiamato il punto caldo di Anahim.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4590674-9
Scienze della Terra Portale Scienze della Terra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scienze della Terra