Vietnam Veterans Memorial

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un visitatore tocca un nome iscritto nel Memorial Wall

Il Vietnam Veterans Memorial ("Memoriale dei veterani del Vietnam") è un memoriale di guerra degli Stati Uniti. Si trova a Washington, e onora i membri della forze armate americane che combatterono e persero la vita durante la guerra del Vietnam. In ordine cronologico vengono elencati i nomi delle 58.318 vittime americane della guerra[1]. Ancora oggi il Memoriale è un luogo di pellegrinaggio dei parenti delle vittime, che depongono fiori, bandierine e altri oggetti di ricordo.

La sua costruzione e le relative questioni sono state fonte di numerose polemiche. Il memoriale attualmente si compone di tre parti distinte: le tre statue di soldati, il Vietnam Women's Memorial, e il Vietnam Veterans Memorial Wall, che è il più riconosciuto del memoriale.

Il Vietnam Veterans Memorial Wall, chiamato anche brevemente "The Wall", è costruito con granito nero proveniente da cave nei dintorni di Bangalore in India. È stato scelto questo materiale per le sue qualità riflettenti quando lucidato e anche perché, pur essendo questo tipo di granito esistente anche in cave del Canada e della Svezia, questi due paesi sono stati la meta di giovani americani che volevano evadere l'obbligo di leva.[2]

La parte principale del monumento è stata completata nel 1982 e si trova nei giardini adiacenti al National Mall, appena a nord-est del Lincoln Memorial. Il Vietnam Veterans Memorial è gestito dal National Park Service, e riceve circa 3 milioni di visitatori ogni anno. Il "Memorial Wall", la parte più nota e cospicua del memoriale, è stato progettato dall'architetto statunitense Maya Lin. La composizione tipografica è stata effettuata dalla società Datalantic di Atlanta, in Georgia. Nel 2007 quest'opera architettonica si è classificata al decimo posto nella "List of America's Favorite Architectures" dell'American Institute of Architects.

Il monumento è strutturato su due grandi pareti di forma trapezoidale disposte in pianta a formare il simbolo di maggiore ">".

La parete è composta da due segmenti trapezoidali allo scopo di trasmettere al visitatore l'intensificarsi del numero dei caduti con il procedere degli eventi bellici. I nomi sono elencati in ordine cronologico di decesso, partendo dalla cima del pannello centrale destro (1E) con i nomi del 1959, muovendosi giorno per giorno fino alla fine del muro orientale che si conclude con il pannello 70 E con i nomi del 25 maggio 1968. Si ricomincia con il pannello all'estremo occidentale 70 W e si ritorna al centro con il pannello 1 W dove sono presenti gli ultimi nomi del 1975. In totale sono quindi presenti 70 pannelli a oriente e 70 a occidente, per un totale di 140 lastre di granito nero, con altezze a decrescere partendo dai 3 m centrali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Vietnam Veterans Memorial (U.S. National Park Service), su www.nps.gov. URL consultato il 16 aprile 2017.
  2. ^ (EN) Vietnam Veterans Memorial), su www.thewall-usa.com. URL consultato il 5 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN210229529 · GND (DE4491270-5