Verbo riflessivo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I verbi transitivi sono quei verbi che hanno il complemento oggetto che transitano. Nella terminologia lingua italiana il verbo riflessivo è quel verbo che, nella propria coniugazione, è sempre accompagnato da un pronome riflessivo. In altre lingue che possiedono verbi con caratteristiche simili (ad esempio in francese), si parla in questo caso di verbi pronominali.

Mentre quasi tutti i verbi transitivi possono avere una forma riflessiva (lavare - lavarsi, ecc.), verbi riflessivi che siano privi di un corrispondente verbo non pronominale sono rari (ad esempio: adirarsi).

Dal punto di vista semantico, spesso i verbi riflessivi hanno la caratteristica di far coincidere l'agente e il paziente (in italiano, il soggetto e il complemento oggetto). In questo senso i linguisti usano anche i termini auto benefattivo e medio.

Verbi riflessivi reciproci[modifica | modifica wikitesto]

Un verbo ha forma riflessiva quando indica un'azione che svolgo su me stesso. L'azione avviene in modo reciproco; sono spesso presenti: l' un l'altro o reciprocamente

Es: Marco guardò Silvio + Silvio guardò Marco = Marco e Silvio si guardarono.