Abbreviazione degli URL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da URL shortening)

L'abbreviazione degli URL o abbreviazione degli indirizzi web (in inglese: URL shortening) è una tecnica utilizzata nell'ambito del Web per abbreviare lunghi indirizzi web (URL) in link di pochi caratteri.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Questa possibilità è offerta gratuitamente da numerosi servizi web, tra cui i più popolari sono bit.ly, goo.gl, is.gd, gg.gg, adf.ly e tinyurl.com[1].

Tali siti convertono i link di partenza in indirizzi che riportano il dominio del servizio, ed una sequenza di caratteri che codifica il link.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Tra le questioni che l'uso di tecniche di accorciamento degli URL ha sollevato, vi sono:

  • il rischio che i link accorciati vadano persi in caso di malfunzionamento o spegnimento dei server che li hanno convertiti;
  • l'oscuramento del reale indirizzo di destinazione, così da dirigere l'ignaro utente verso un sito pericoloso dal punto di vista della sicurezza, oppure dei contenuti[2];
  • la perdita della privacy dei navigatori, i cui spostamenti attraverso i link potrebbero essere rintracciati;
  • il rallentamento della navigazione, in alcuni casi in maniera sensibile, per ovvie ragioni tecniche[3].

Per ovviare al secondo problema alcuni servizi di URL shortening offrono la possibilità di vedere la destinazione della pagina di destinazione senza accedervi effettivamente. Su bit.ly è possibile inserire un "+" a fine url per aprire una pagina specifica di bit.ly e vedere la url di destinazione di quel link accorciato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bit.ly supera TinyURL nelle statistiche di Compete.com, su downloadblog.it. URL consultato il 09-09-2009.
  2. ^ Brian Krebs, Spam Spotted Using TinyURL, su voices.washingtonpost.com, 13 giugno 2006. URL consultato il 19 agosto 2016.
  3. ^ URL Shorteners Make the Web Substantially Slower; Facebooks' fb.me Is Slowest, su blog.watchmouse.com. (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2013).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete