Abbreviazione degli URL

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'abbreviazione degli URL o abbreviazione degli indirizzi web (in inglese: URL shortening) è una tecnica utilizzata nell'ambito del Web per abbreviare lunghi indirizzi web (URL) in link di pochi caratteri.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Questa possibilità è offerta gratuitamente da numerosi servizi web, tra cui i più popolari, al 2009, sono bit.ly e tinyurl.com[1].

Tali siti convertono i link di partenza in indirizzi che riportano il dominio del servizio, ed una sequenza di caratteri che codifica il link.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Tra le questioni che l'uso di tecniche di accorciamento degli URL ha sollevato, vi sono:

  • il rischio che i link accorciati vadano persi in caso di malfunzionamento o spegnimento dei server che li hanno convertiti;
  • l'oscuramento del reale indirizzo di destinazione, così da dirigere l'ignaro utente verso un sito pericoloso dal punto di vista della sicurezza, oppure dei contenuti[2];
  • la perdita della privacy dei navigatori, i cui spostamenti attraverso i link potrebbero essere rintracciati;
  • il rallentamento della navigazione, in alcuni casi in maniera sensibile, per ovvie ragioni tecniche[3].
  • su alcuni servizi appaiono molti pop-up, i quali posso anche essere dei virus.

Per ovviare al secondo problema alcuni servizi di URL shortening offrono la possibilità di vedere la destinazione della pagina di destinazione senza accedervi effettivamente. Su bit.ly è possibile inserire un "+" a fine url per aprire una pagina specifica di bit.ly e vedere la url di destinazione di quel link accorciato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bit.ly supera TinyURL nelle statistiche di Compete.com, su downloadblog.it. URL consultato il 09-09-2009.
  2. ^ Brian Krebs, Spam Spotted Using TinyURL, su voices.washingtonpost.com, 13 giugno 2006. URL consultato il 19 agosto 2016.
  3. ^ URL Shorteners Make the Web Substantially Slower; Facebooks' fb.me Is Slowest, su blog.watchmouse.com. (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2013).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Telematica Portale Telematica: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di reti, telecomunicazioni e protocolli di rete