Tecnologia through-hole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Circuito realizzato con la tecnologia a fori passanti (ZX Spectrum)
Resistori adatti per l'uso su circuiti stampati costruiti con la tecnologia through-hole

La tecnologia a fori passanti o through-hole (in sigla THT) è un sistema di costruzione di circuiti stampati usato in elettronica, secondo cui i piedini e i reofori dei componenti sono inseriti in alcuni fori (hole, in inglese) e inseriti nel circuito stampato e saldati dalla parte opposta della scheda.[1][2]

Questa tecnologia rimpiazzò quasi completamente ogni precedente tecnica di assemblaggio, come la costruzione punto a punto. Dalla seconda generazione dei computer negli anni cinquanta fino allo sviluppo della tecnologia a montaggio superficiale negli anni ottanta, ogni componente su un tipico circuito stampato era assemblato con la tecnologia a fori passanti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ K.H. Buschow et al (a cura di), Electronic Packaging: Solder Mounting Technologies, in Encyclopedia of Materials: Science and Technology, Elsevier, 2001, pp. 2708-2709, ISBN 0-08-043152-6.
  2. ^ Paul Horowitz e Winfield Hill, The art of electronics (PDF), 2ª ed., Cambridge, Cambridge Univ. Press, 1989, ISBN 9780521370950.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Elettrotecnica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di elettrotecnica