Strage di Liegi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strage di Liegi
Tipoomicidio di massa
Data13 dicembre 2011
12:33
LuogoLiegi
StatoBelgio Belgio
Coordinate50°38′42″N 5°34′22.8″E / 50.645°N 5.573°E50.645; 5.573Coordinate: 50°38′42″N 5°34′22.8″E / 50.645°N 5.573°E50.645; 5.573
ResponsabiliNordine Amrani
Conseguenze
Morti7 (incluso l'attentatore)
Feriti125
La pensilina su Place Saint-Lambert, a Liegi. L'assassino era in piedi e si è ucciso sulla piattaforma a destra.

La strage di Liegi è un fatto avvenuto il 13 dicembre 2011 alle ore 12:33 nella città di Liegi, nella regione Vallonia in Belgio.

Gli antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Quella mattina Nordine Amrani, nato a Ixelles il 15 novembre 1978 da immigrati marocchini, sarebbe dovuto andare ad un controllo della polizia.[1] Invece di recarsi alla stazione di polizia, egli uccise una donna di 45 anni che faceva le pulizie dal suo vicino - il cadavere della donna è stato reperito nel garage di Amrani - e ha proseguito per piazza Saint-Lambert.[2] Nel 2003 l'attentatore era stato condannato per stupro ed abusi sessuali e nel 2008 per coltivazione illegale di canapa e detenzione illegale di armi; era stato rilasciato dal carcere nell'ottobre 2010.

I fatti[modifica | modifica wikitesto]

L'attentatore, Nordine Amrani, lanciò granate ad una fermata dei bus e sparò tra la folla con un FN FAL sulla gente che stava frequentando il mercatino di Natale in piazza Saint-Lambert.[1][3] Amrani, prima di suicidarsi, uccise cinque persone: tre giovani di 15, 17 e 20 anni, un bimbo di 17 mesi e una donna di 75 anni (dichiarata clinicamente morta il 15 dicembre 2011 e deceduta due giorni dopo).[3] Amrani inoltre ferì 125 persone, sette delle quali in maniera grave.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b La strage a Liegi, ilpost.it, 13 dicembre 2011. URL consultato il 20 luglio 2014.
  2. ^ Strage di Liegi, trovato cadavere di una donna a casa di Nordine Amrani, blitzquotidiano.it, 14 dicembre 2011. URL consultato il 20 luglio 2014.
  3. ^ a b (FR) Liège : un bébé de 17 mois parmi les victimes, lesoir.be, 13 dicembre 2011. URL consultato il 20 luglio 2014.
  4. ^ Il video amatoriale della strage di Liegi, blitzquotidiano.it, 14 dicembre 2011. URL consultato il 20 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]