Société musicale indépendante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Société musicale indépendante
AbbreviazioneSMI
Fondazione1909
FondatoreMaurice Ravel, Gabriel Fauré, Charles Koechlin e Florent Schmitt
ScopoPromuovere la musica contemporanea, senza restrizioni legate alle forme, ai generi e agli stili.
Sede centraleFrancia Parigi

La Société musicale indépendante (SMI) fu una società musicale francese fondata nel 1909 a Parigi dai musicisti Maurice Ravel, Gabriel Fauré, Charles Koechlin e Florent Schmitt con lo scopo di promuovere la musica contemporanea, senza restrizioni legate alle forme, ai generi e agli stili.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Société musicale indépendante nacque in contrapposizione alla Société Nationale de Musique. Quest'ultima era nata ai primi del 1871, nel clima nazionalistico esploso in Francia in occasione della guerra franco-prussiana, con lo scopo di promuovere la musica francese e permettere ai compositori francesi l'esecuzione in pubblico della loro musica, era diventata nel tempo, agli occhi di molti musicisti attivi a Parigi nei primi anni del XX secolo, una associazione conservatrice e accademica. In particolare veniva contestato l'interesse mostrato dal presidente Vincent d'Indy verso la musica polifonica e verso quella rinascimentale, e il fatto che numerosi giovani musicisti non avevano la possibilità di veder eseguita la loro musica. Il manifesto della Société musicale indépendante venne pubblicato sul Mercure de France del 1º aprile 1910. Presidente della Société fu Gabriel Fauré. Il concerto inaugurale si svolse alla Salle Gaveau il 20 aprile 1910 con, oltre ad altri brani, l'inedito D'un cahier d'esquisses di Claude Debussy eseguito al pianoforte da Maurice Ravel. La Société musicale indépendante fu sciolta a metà degli anni trenta soprattutto per difficoltà di tipo economico.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • «Il primo concerto della Société musicale indépendante». In: Flavio Testi, La Parigi musicale del primo Novecento: cronache e documenti, Torino : EDT, 2003, pp. 224-235, ISBN 88-7063-693-3 (Google libri)
  • «La Société musicale indépendante». In: Michel Duchesneau, L'avant-garde musicale et ses sociétés à Paris de 1871 à 1939, Paris: Mardaga, 1997, pp. 65-115, ISBN 2870096348, ISBN 9782870096345 (Google libri)
  • Arbie Orenstein, Ravel: man and musician, New York; London: Dover Publications, 1975, ISBN 0231039026
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica