Sly Cooper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sly Cooper
Sly Cooper.png
Sly Cooper
Universo Sly Cooper (serie)
Lingua orig. Inglese
Studio Sucker Punch Productions
1ª app. 2002 – Nordamerica
1ª app. in Sly Raccoon
app. it. 2002 – Europa e Giappone
app. it. in Sly Raccoon
Voce orig. Kevin Miller tutti i giochi
Voci italiane
  • Luca Bottale Sly Raccoon,Sly 2 e Sly 3.
  • Gianmarco Ceconi PlayStation Move Heroes,PlayStation All-Stars Battle Royale, Sly Cooper: Thieves in Time ed alcuni tutorial della versione PlayStation Vita della versione HD della trilogia
Sesso maschio
Etnia procione
Abilità
  • Agilità, prontezza e riflessi
  • Abilità nel combattimento
  • Tecniche del clan Cooper
Affiliazione
  • Banda di Cooper (Attuale)
  • Interpol (A cavallo tra il terzo ed il quarto capitolo della saga)
  • Famiglia Cooper

Sly Cooper è il protagonista della serie videoludica Sly Raccoon. È apparso per la prima volta in Sly Raccoon.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Sly è un procione antropomorfo dal pelo grigio e nero, discendente da una famiglia di ladri sin dalla preistoria. Fisicamente molto atletico, è in grado di compiere azioni al limite dell'umano, come saltare su superfici piccolissime o scivolare senza problemi su corde sospese nel vuoto. Di carattere spaccone e testardo, in realtà è molto gentile ed altruista. Ha uno spiccato senso della giustizia, pur essendo un ladro: i bersagli di tutti i suoi colpi sono criminali che hanno causato del male a qualcuno. Molto affezionato alla storia della sua famiglia, fa di tutto per mantenerne intatto l'onore e dimostrarsi degno di appartenere alla stirpe dei ladri migliori della storia. Tenta continuamente di far colpo su Carmelita, agente dell'Interpol e sua nemica giurata, riuscendoci alla fine del terzo capitolo della saga.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Passato[modifica | modifica wikitesto]

Sly è l'erede del Clan Cooper, una lunga stirpe di maestri ladri che ha affidato i propri segreti di infiltrazione e di furto ad un antico manoscritto: il Thievius Raccoonus. Essi non derubavano la gente comune, ma altri criminali, particolarità che li ha contraddistinti nella storia. La notte in cui Sly, per il suo ottavo compleanno, avrebbe dovuto ereditare il libro a casa dei suoi genitori piombarono cinque criminali, conosciuti come "Quintetto Diabolico", che ebbero la meglio sul padre uccidendolo e trovato il Thievius Raccoonus, lo strapparono in cinque parti e se lo divisero, per poi rifugiarsi ognuno in un diverso angolo del pianeta. Sly venne messo in un orfanotrofio, dove conobbe due ragazzi che successivamente sarebbero diventati i suoi amici e, alcuni anni più tardi, la "Banda di Cooper": Bentley, la mente, e Murray, il braccio.

Sly Raccoon[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sly Raccoon.

Sly Cooper/Raccoon

Il simbolo di Sly.

Anni dopo, al QG dell'Interpol Sly ruba il Dossier dall'Ufficio dell'Ispettore Carmelita Fox. Sly ha così tutte le informazioni necessarie per poter recuperare tutte le sezioni del Thievius Raccoonus. Nonostante la caccia datogli dall'Ispettore Fox, Sly riesce ugualmente a sconfiggere i membri del Quintetto Diabolico, riuscendo a scoprire l'ubicazione del covo del fondatore del gruppo, Clockwerk, il vulcano di Krakov in Russia, luogo dove Clockwerk sta costruendo un Raggio della Morte. I tre riescono, non senza difficoltà, a raggiungere l'interno della fortezza, dove Sly vede Carmelita intrappolata in un campo di forza. Sly tenta di salvarla ma si scopre che Clockwerk ha teso una trappola a Sly, imprigionando anch'esso nel campo e liberando nella stanza un gas letale. Bentley blocca appena in tempo l'uscita del gas nella camera, salvando Sly e carmelita dal pericolo. Sly libera Carmelita che gli rivela di aver lasciato il Jet Pack sulla cima del Raggio della morte di Clockwerk. Subito dopo un Robo-Falco prende a Sly il bastone del Clan Cooper, lasciandolo disarmato. Carmelita si offre a fornirgli fuoco di copertura ma uno dei colpi della poliziotta distrugge il campo di supporto magnatronico del Raggio della morte, facendo aumentare pericolosamente il livello della lava nel vulcano. Sly riesce a prendere il Jet Pack proprio mentre la fortezza sprofonda nella lava, costringendo Clockwerk ad uscire allo scoperto. Grazie all'aiuto di Carmelita Sly sconfigge Clockwerk, che si rivela essere un uccello robotico avendo sostituito negli anni le parti del proprio corpo con corrispondenti parti artificiali. Durante la conversazione Sly scopre che Clockwerk aveva fatto ciò solo per sopravvivere nei secoli e poter distruggere la famiglia Cooper. Sly distrugge Clockwerk, distruggendogli la testa ed impedendogli di poter alzarsi in volo. Sly recupera la sezione di Clockwerk del Thievius Raccoonus, per poi ammanettare Carmelita ad una roccia gigante distraendola con un bacio. Sly fugge con la Banda diretto a Parigi, ignari che Clockwerk, sebbene a pezzi, è ancora vivo.

Sly 2: La banda dei ladri[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sly 2: La banda dei ladri.

Passati due anni dalla sconfitta di Clockwerk, i membri della banda Cooper scoprono che l'uccello robotico, pur essendo stato ucciso da Sly, non è andato completamente distrutto: le sue parti robotiche, inanimate, sono infatti custodite al Museo di Storia naturale del Cairo. Giunti sul luogo scoprono che una misteriosa banda, chiamata Banda Claww, ha rubato tutte le parti e le ha suddivise tra i vari membri. Tale informazione viene fornita dall'Agente Neyla, un nuovo acquisto dell'Interpol, sotto il comando di Carmelita. La Banda Cooper si mette immediatamente all'opera, con l'obiettivo di rubare e distruggere tutte le parti robotiche. Durante le varie operazioni si imbattono in un traffico illegale di spezie allucinogene, controllato dalla stessa Banda Claww. Dopo aver rubato alcune parti vengono traditi da Neyla, che si era finta loro alleata. Sly e Murray vengono arrestati assieme a Carmelita, accusata di tradimento. Vengono liberati tutti da Bentley, ma la reputazione di Carmelita è infangata, e Sly si ripromette di trovare un modo per aiutarla. Dopo essere faticosamente riusciti a recuperare quasi tutte le parti, esse vengono rubate e vendute ad Arpeggio, capo della Banda Claww. Dopo essere saliti clandestinamente sul gigantesco dirigibile di Arpeggio, Sly assiste alla fusione di Neyla, agente segreto della Banda Claww e protetta di Arpeggio, con le parti ricomposte dell'uccello robotico. In quel momento Neyla si ribattezza Clock-La ed uccide il suo protettore. Prima di morire, però, Arpeggio aveva rivelato che Clockwerk aveva bisogno di una grande fonte di odio per rimanere in vita: grazie ai traffici illegali, avevano diffuso un'enorme quantità di spezie a Parigi. Tali spezie, unite a delle particolari frequenze luminose, scatenavano odio incondizionato: se Clock-La fosse riuscita a giungere a Parigi, sarebbe diventata immortale. Grazie a Carmelita, giunta in elicottero, riescono a distruggere definitivamente Clock-La: Carmelita stessa distrugge il Chip dell'Odio, un componente che garantiva incorruttibilità alle parti robotiche. A causa di un incidente, però, Bentley perde l'uso delle gambe e Murray, sentendosi responsabile, abbandona il gruppo. Sly si costituisce per redimere la reputazione di Carmelita, riuscendo però a fuggire grazie ad un ultimo regalo dei suoi amici.

Sly 3: L'onore dei ladri[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sly 3: L'onore dei ladri.

Dopo la fine di Clockwerk, Sly viene a sapere dell'esistenza di un'isola segreta sulla quale si trova un Caveau appartenente alla famiglia Cooper, nel quale sono custoditi tutti i tesori che i Cooper hanno rubato nel corso dei secoli. Quest'isola, però, è sotto il controllo di uno scienziato pazzo, il Dottor M, che l'ha trasformata in una fortezza inespugnabile. Sly si rende presto conto che le sole forze della Banda Cooper non sarebbero bastate: decide così di aggiungere nuovi membri alla Banda, a partire da Murray, che l'aveva abbandonata dopo l'operazione Clockwerk che era costata la sedia a rotelle a Bentley. Finalmente riescono a creare una banda più grande e forte di quella originaria, costituita, oltre che dal terzetto iniziale, dallo Sciamano (un mistico dell'outback australiano al quale Murray si era rivolto durante il suo esilio volontario), Penelope (una topolina amante della meccanica, della quale Bentley si innamora), Panda King (ex membro del Quintetto diabolico ed esperto di demolizioni, che si unisce alla banda dopo che questi l'hanno aiutato a salvare la figlia) e Dimitri (ex membro della Banda Klaww, divenuto nel frattempo alleato della Banda, esperto sommozzatore). Dopo aver tentato, senza successo, di entrare nel Caveau, Sly viene catturato da una creatura artificiale creata da M. Proprio mentre sta per essere divorato, viene salvato da Carmelita, giunta anch'essa sull'isola. Grazie all'aiuto della Banda riesce finalmente ad entrare nel Caveau e ad affrontare il dottor M, sconfiggendolo grazie, ancora una volta, all'aiuto di Carmelita. Sly, approfittando di un colpo ricevuto nello scontro, finge di avere un'amnesia, riuscendo così a fingersi agente dell'Interpol ed a fuggire assieme a Carmelita.

Sly Cooper: Ladri Nel Tempo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Sly Cooper: Ladri nel Tempo.

Sly, fidanzatosi con Carmelita, continua a fingersi agente dell'Interpol, fino a quando Bentley lo raggiunge informandolo che il tesoro della sua famiglia, il Thievius Raccoonus, si sta cancellando. Dopo aver capito che ciò è collegato a qualcosa che sta modificando gli eventi del passato, decidono di viaggiare nel tempo per porvi rimedio. Hanno però bisogno, per iniziare, di un pugnale antico custodito nel museo di Parigi: Sly lo ruba, attirandosi così le ire di Carmelita. Dopo aver viaggiato attraverso due epoche ed aver conosciuto gli antenati di Sly, Ryoichi e Tennessee Kid, scoprono che anche Carmelita si trova nel passato: essa rivela che l'autore delle modifiche storiche era Cyrille le Paradoux, magnate dell'arte. Giunti alla conclusione del loro viaggio, scoprono che le Paradoux aveva fatto tutto ciò per vendicarsi della famiglia di Sly: anch'egli era, infatti discendente di una mediocre famiglia di ladri. Aveva intenzione di creare una falsa ascendenza nobiliare per ottenere così fama, potere e ricchezze: grazie all'aiuto di Penelope, ex membro della Banda Cooper ed ex fidanzata di Bentley, è riuscito a viaggiare nel tempo, catturando gli antenati di Sly e rubando i loro Bastoni grazie a degli scagnozzi. Dopo aver catturato Carmelita, le Paradoux torna a Parigi, pronto ad ottenere il potere: viene però fermato dagli antenati di Sly, recuperati dalle varie epoche da Bentley e Murray, e da Sly stesso, ormai riappacificatosi con Carmelita, che lo affronta in un duello sul suo dirigibile. Dopo aver sconfitto il suo avversario, Sly non riesce a fuggire dal dirigibile in fiamme, che sparisce nella Senna. Tuttavia, grazie alla Macchina del Tempo installata sul dirigibile, riesce a salvarsi, risvegliandosi nell'Antico Egitto.

Abilità[modifica | modifica wikitesto]

Come ladro, è in grado di effettuare azioni al limite del possibile: tra le abilità in suo possesso all'inizio della saga, vi sono quelle di arrampicarsi su pali, appendersi a ganci e muoversi lungo cornicioni. Nel primo capitolo della saga apprende tecniche tramandate dalla sua famiglia, diventando in grado di utilizzarle anche nei seguenti capitoli:

  • Salto Ninja: salto su superfici piccolissime, come punte, mollette o cime di rocce.
  • Scivolata su Rotaia: Sly salta ed inizia a correre su di una corda o simili. Se la corda è scivolosa può scivolarci sopra. Alla fine del terzo capitolo, mentre si trova nella sezione di suo padre all'interno del Caveau dei Cooper, Sly apprende di essere in grado di effettuare la Scivolata su Rotaia anche sui laser (probabilmente tale mossa era stata inventata proprio dal padre, perché sul Thievious Raccoonus non ve ne era traccia). Tuttavia non sembra mantenere tale abilità nel capitolo successivo.

È in grado di effettuare, in generale, tutte le mosse presenti nel Thievious Raccoonus.

Nel secondo capitolo della saga, in Canada, dimostra di essere molto bravo nell'arrampicata. È un abile attore: nel terzo capitolo inganna le guardie con vari travestimenti, e riesce a far credere a Carmelita di essere vittima di un'amnesia. Sembra essere anche un buon ballerino. Dà prova di una certa abilità come pilota di aereo biplano e di motoscafo.

Nei capitoli della saga può entrare in possesso di abilità secondarie, come diventare invisibile, lanciarsi con il parapendio o eseguire attacchi potenziati, comprandole su Ladronet o trovandole nelle casseforti.

La Banda di Cooper[modifica | modifica wikitesto]

Sly, nonostante le grandi abilità, non agisce da solo: ad aiutarlo ci sono, infatti, i suoi migliori amici: Bentley e Murray. Loro tre formano la Banda di Cooper, o più semplicemente Banda Cooper.

Bentley[modifica | modifica wikitesto]

Bentley è il cervello della banda. Si tratta di una tartaruga vestita da esploratore con un paio di occhiali che nascondono i suoi occhi. Nel secondo capitolo della serie lo si vede armato di una balestra che spara dardi tranquillanti; è dotato inoltre di bombe a tempo o a comando a distanza. Alla fine dell'operazione Clockwerk viene schiacciato dal becco dell'uccello robotico, rimanendo paralizzato alle gambe: lo si ritrova nel terzo capitolo su di una sedia a rotelle che ha modificato per inserire tutti i suoi congegni.

A quanto dice, è plurilaureato: le sue conoscenze interessano praticamente tutti i campi del sapere. Di carattere pauroso ed ansioso, si dimostra molto spesso di grande coraggio e prontezza di spirito, soprattutto quando i suoi compagni sono in difficoltà. Nel primo gioco è restio a scendere direttamente in campo; tale paura sembra svanire leggermente nei primi livelli del secondo capitolo, per poi sparire del tutto durante l'operazione a Praga.

Ha una breve storia d'amore con Penelope, una topolina che si unisce alla banda nel terzo capitolo, per poi tradirli nel quarto.

Nella versione italiana è doppiato in tutti i giochi da Riccardo Peroni.

Murray[modifica | modifica wikitesto]

Murray è un ippopotamo rosa, braccio della Banda. Indossa sempre una t-shirt azzurra con una cintura, dei guanti da pilota rossi e delle scarpe bianche. Dal secondo capitolo in poi indossa una maschera rossa che lascia uscire le orecchie. Non è particolarmente sveglio, ma è molto leale ed ha un forte senso dell'onore. Ha una forza fisica enorme, ed è il principale combattente e pilota della Banda. Abbandona la squadra dopo che Bentley perse l'utilizzo delle gambe, poiché si sentiva in colpa per non essere riuscito a tirarlo fuori dal becco di Clockwerk in tempo. Durante il suo esilio volontario, si reca in Australia per apprendere un'arte mistica detta "Tempo del sogno", per poi riunirsi alla squadra dopo aver battuto Ottavio a Venezia.

Sebbene nel primo gioco sia pauroso e scenda in campo poche volte, nei restanti giochi ha un carattere forte e irruente, sempre pronto a buttarsi nella mischia. È molto affezionato al suo furgone, principale mezzo di locomozione della Banda: il suo stile di guida spericolato lo ha fatto diventare un campione nei demolition derby tra il terzo ed il quarto capitolo della saga.

Nella versione italiana è doppiato in tutti i giochi da Riccardo Rovatti.

Carmelita[modifica | modifica wikitesto]

L'ispettrice dell'Interpol Carmelita Montoya Fox è la nemesi di Sly. È una volpe dai capelli ricci blu, vestita con un top blu, un paio di jeans, una giacca a mezza vita gialla e degli stivali marroni. Nel quarto capitolo i jeans lasciano il posto ad una minigonna sempre blu. È armata con una pistola ad impulsi elettromagnetici. È dotata di un forte senso della giustizia che si converte in grande impegno sul lavoro. La sua ossessione nel catturare Sly l'ha portata a convincersi che solo lei abbia il diritto ad arrestarlo. Dietro questa sua ossessione sembra essere nascosta una cotta, ricambiata, verso il ladro: alla fine del terzo capitolo, approfittando di una finta amnesia di Sly, si fidanzano, per poi interrompere la storia al ritorno di Sly come ladro. Alla presunta morte di Sly al termine del quarto capitolo Carmelita continua da sola le ricerche, sperando sia sopravvissuto.

Nonostante la sua rivalità con la Banda, più di una volta li ha aiutati nelle loro operazioni, arrivando a combattere direttamente contro i capi delle bande che si opponevano a loro.

Nella versione italiana è doppiata in tutti i giochi da Dania Cericola.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il primo furto compiuto da Sly è quello di un vaso di biscotti all'orfanotrofio, assieme a Bentley e Murray: questo può essere considerato come il primo colpo della Banda Cooper.
  • Non si è mai visto il volto del padre di Sly: nella sua sezione del Caveau dei Cooper, a differenza degli altri antenati, non vi è un suo ritratto, ma una foto di Sly assieme al padre.
  • Nel terzo capitolo della serie, si può assistere a questo dialogo:

« Sly: Che è successo alla ragazza timida che conoscevo?
Carmelita: È cresciuta ed ha smesso di soffrire per colpa di gente come te. »

Ciò fa intendere che i due si conoscessero da prima di diventare ladro e poliziotta.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi