Sindacato Belga della Critica Cinematografica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Sindacato Belga della Critica Cinematografica (UCC, Union de la Critique de Cinéma) è un'organizzazione no profit con sede a Bruxelles nel Belgio dedicata al cinema belga e internazionale. Non ha alcun legame commerciale con l'industria cinematografica.

I membri, che comprendono insegnanti, studenti, storici, professionisti dell'industria cinematografica, cinefili nel senso più ampio del termine, vedono e valutano i film pubblicati nell'anno preso in esame. Spesso le visioni sono seguite da dibattiti approfonditi con registi, attori, produttori e sceneggiatori. A fine anno attraverso apposite schede di votazione determinano i vincitori dei premi annuali.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Fondato nel 1950, il Sindacato Belga della Critica Cinematografica sceglie ogni anno i migliori film belgi e i migliori film stranieri e rimane tuttora la prima associazione di critica cinematografica ad annunciare i propri premi annuali.[1] L'organizzazione assegna annualmente dal 1954 il suo Grand Prix al film che ha maggiormente contribuito all'«arricchimento dell'arte cinematografica».[2] Dal 1976 presenta inoltre il premio André Cavens, stabilito in onore del regista belga André Cavens, per premiare il miglior film belga dell'anno.[3]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) J.-F. Pluijgers, président de l'UCC, La Libre Belgique, 6 febbraio 2002. URL consultato il 25 ottobre 2012.
  2. ^ (FR) L'UCC s'offre une cure de «Gioventu», La Libre Belgique, 12 gennaio 2004. URL consultato il 25 ottobre 2012.
  3. ^ (FR) Philippe Manche, « Le fils » des Dardenne prix Cavens in Le Soir, 21 dicembre 2002, p. 34. URL consultato il 25 ottobre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema