Signoria di Overijssel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Signoria di Overijssel
Signoria di Overijssel - Stemma
Signoria di Overijssel - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Heerlijkheid Overijssel
Lingue parlate olandese
Capitale
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di governo Monarchia
Nascita 1528
Fine 1581
Causa Atto di abiura
Territorio e popolazione
Bacino geografico Overijssel
Religione e società
Religione di Stato Cattolica, Protestante
Evoluzione storica
Preceduto da Flag of the prince-bishopric of Utrecht.svg Principato vescovile di Utrecht
Succeduto da Statenvlag.svg Repubblica delle Sette Province Unite
Ora parte di Paesi Bassi Paesi Bassi
Signoria di Overijssel
Provincia
Dati amministrativi
Nome ufficialeHeerlijkheid Overijssel
StatoStatenvlag.svg Repubblica delle Sette Province Unite
Periodo storico
Data di istituzione1581
Data di soppressione1795

La Signoria di Overijssel (in olandese Heerlijkheid Overijssel) è stata una signoria storica all'interno del Sacro Romano Impero. La Signoria di Overijssel nasce nel 1528 come divisione del Principato vescovile di Utrecht tra la stessa signoria, la Signoria di Utrecht e la Contea di Drenthe in seguito alla conquista di Carlo V d'Asburgo del Principato durante le guerre di Gheldria. Carlo V istituì la carica di statolder quale governatore della signoria in sua vece.

Con l'atto di abiura del 1581, Filippo II di Spagna dovette concedere l'autonomia alla Repubblica delle Sette Province Unite e la Signoria di Overijssel, che ne faceva parte in qualità di provincia, cessò di esistere come stato autonomo. Da allora la Signoria di Overijssel fu governata da uno Statolder nominato dagli Stati Generali.

Formalmente la Signoria di Overijssel continuò ad esistere fino al 1795, quando con la rivoluzione batava la Repubblica delle Sette Province Unite, rimpiazzata dalla Repubblica Batava, cessò di esistere.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi