Rosaura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rosaura è una tipica Maschera di origine Veneziana ma anche molto famosa nella Commedia dell'Arte.

Figlia di Pantalone, adora chiacchierare con la sua cameriera, Colombina.

Il suo costume tradizionalmente è rappresentato da un abito blu, decorato con fiocchi e nastri, indossato senza maschera. Il ruolo di Rosaura è spesso quello della giovane innamorata di cui lo è nei confronti di Florindo, un giovane un po' scapestrato e maldestro. Essa ha i capelli lunghi e biondi e spesso porta con sé un ventaglio di colore rosa molto chiaro.

Appare nel libro di Carlo CollodiLe avventure di Pinocchio. Storia di un burattino” come un burattino di Mangiafoco, che sbuca dal palcoscenico quando vede l’arrivo di Pinocchio in teatro.

Carlo Goldoni ne ha fatto la protagonista di alcune opere famosissime come La donna di garbo (1744) o La vedova scaltra (1748).[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]