Ripostiglio monetale delle 44 monete d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ripostiglio monetale)
Jump to navigation Jump to search

Il "ripostiglio monetale delle 44 monete d'oro", scoperto nel 1966 da Thedore V. Buttrey a Morgantina, comprende 5 stateri d'oro di re Filippo II di Macedonia (359-336 a.C.), 10 stateri d'oro di Alessandro Magno (336-323 a.C.), 4 stateri di Agatocle di Siracusa (304-289 a.C.), 21 emistateri d'oro di Iceta di Siracusa (288-279 a.C.) e 3 stateri di re Pirro (278-276 a.C.).

Questo tesoro potrebbe essere appartenuto al chiliarca macedone Artemidoro, che seguì il re Pirro in Sicilia. Artemidoro, insieme a Gerone II, fu nominato dall'esercito a Morgantina comandante in capo (strategos autocratos) nel 275 a.C. Poiché il furbo ed abile Gerone II nella battaglia del Ciamosoro si sbarazzò dei soldati mercenari mandandoli allo sbaraglio contro i bellicosi mamertini è molto probabile che Artemidoro venne ucciso ed il suo tesoro non venne mai trovato, nemmeno dai Romani che nel 211 a.C. saccheggiarono Morgantina.

Il ripostiglio è uno di quelli trovati nell'area archeologica di Morgatina ed è comunemente identificato come IGCH 2204 e l'analisi è stata pubblicata nel 1967 da Richard Stillwell.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Margaret Thompson, Otto Morkholm and Colin M. Kray (a cura di), An Inventory of Greek Coin Hoards, comunemente citato come IGCH, New York, ANS, 1973, ISBN 978-0-89722-068-2.
  • Richard Stillwell, Excavations at Morgantina (Serra Orlando) 1966. Preliminary report IX, in American Journal of Archeology, vol. 71, nº 3, (Archeological Institute of America), luglio 1967, pp. 245-250.
  • HENNA - mensile della Provinciale regionale di Enna -n.o2 febbraio 2005 - Umberto Di Grazia