Ray-Ban Wayfarer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hyannis Port (Massachusetts), estate 1963, John F. Kennedy indossa un paio di Ray-Ban Wayfarer, accanto a lui la figlia Caroline Kennedy

Gli occhiali da sole Ray-Ban Wayfarer sono prodotti da Ray-Ban fin dal 1956. Il loro design è stato una rottura rivoluzionaria rispetto all'occhiale di metallo del passato, godendo di grande popolarità negli anni cinquanta e sessanta, perdendola poi nel corso degli anni settanta. Nel 1982 un'operazione di product placement ha poi portato i Wayfarer ai loro picchi di popolarità e a metà degli anni 2000 hanno conosciuto un'ulteriore rinascita.

I Wayfarer vengono a volte citati come il modello più venduto nella storia degli occhiali da sole[1][2](ma anche il Ray-Ban Aviator fu accreditato di tale risultato) e sono considerati un classico del design moderno[3] e una delle icone della moda più duraturo del XX secolo[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hirschlag, Jennifer (citando il direttore di marca di Ray-Ban, Marcello Favagrossa). "Ray-Ban Tunes in a new generation." Women's Wear Daily (13 novembre, 2006). p69. ISBN 0-7867-1769-6.
  2. ^ Sporkin, Elizabeth. "Ray-Ban have it made in the shades." USA Today. 6 maggio 1987.
  3. ^ Delap, Leanne. "I wear my sunglasses at night". The Globe and Mail (July 12, 2008).
  4. ^ Derrick, Gabrielle. "The world's favorite shades turn 40". The Age (October 3, 1993).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]